Widgets Magazine
17:51 20 Agosto 2019
Donald Trump

“Pensate all'ISIS, non alla terza guerra mondiale”: Trump contro i neocon russofobi

© REUTERS / Joshua Roberts
Politica
URL abbreviato
16334

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha proposto ai senatori repubblicani John McCain e Lindsey Graham di impegnarsi nella lotta contro lo "Stato Islamico", piuttosto che cercare di far scoppiare la terza guerra mondiale.

"La dichiarazione congiunta degli ex candidati presidenziali John McCain e Lindsey Graham è sbagliata, non sono per nulla convincenti in materia di immigrazione. Entrambi i senatori dovrebbero concentrare le loro energie contro l'ISIS, l'immigrazione clandestina e sicurezza alle frontiere, invece di cercare costantemente la terza guerra mondiale," — Trump ha scritto su Twitter.

"Questo ordine esecutivo invia un segnale, intenzionale o meno, secondo cui l'America non vuole che i musulmani vengano nel nostro Paese. Proprio per questo, temiamo che il decreto possa ulteriormente contribuire al reclutamento di terroristi piuttosto che per migliorare la nostra sicurezza", — si affermava nella dichiarazione dei due senatori repubblicani.​​

Venerdì Trump ha firmato il decreto "Sulla protezione del paese dall'ingresso di terroristi stranieri", che vieta l'ingresso negli Stati Uniti per 90 giorni ai cittadini di 7 Paesi (Iran, Iraq, Yemen, Libia, Siria, Somalia e Sudan). Il documento sospende inoltre l'accoglienza dei profughi per 120 giorni e vieta a tempo indeterminato l'ingresso dei rifugiati siriani.

Correlati:

Senatore Graham prevede di introdurre un disegno di legge sulle sanzioni contro la Russia
Forbes: prospettive positive dell'economia russa sono frustranti per i russofobi
USA, tolleranza zero di Trump sull'immigrazione: “per tenere lontani i terroristi”
Trump: se con Putin andremo d’accordo possiamo distruggere l’Isis
Tags:
ISIS, Migranti, profughi, Russofobia, Terrorismo, Immigrazione, Geopolitica, Politica Internazionale, Lindsey Graham, Donald Trump, John McCain, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik