06:12 20 Gennaio 2018
Roma+ 8°C
Mosca-11°C
    Rodrigo Duterte

    Filippine, il presidente Duterte minaccia la legge marziale

    © AFP 2018/ Manman Dejeto
    Politica
    URL abbreviato
    11193

    Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha dichiarato che potrebbe imporre la legge marziale nel Paese in caso di peggioramento del problema della droga, segnala la Reuters.

    Secondo l'agenzia, lo scorso dicembre Duterte aveva escluso questa possibilità. Aveva definito "senza senso" qualsiasi ipotesi sull'introduzione dello stato di guerra.

    "Se lo vorrò e se questa situazione si muoverà verso qualcosa di veramente molto pericoloso, introdurrò la legge marziale", — la Reuters riporta le parole del presidente.

    Duterte ha inoltre osservato che nel Paese nessuno può fermarlo, nè la Corte Suprema né il Congresso.

    Duterte, eletto presidente lo scorso maggio, persegue una politica estremamente repressiva contro il narcotraffico ed i tossicodipendenti. Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, da quando è salito al potere nel Paese sono rimaste uccise più di 6mila persone legate al mondo della droga. La comunità internazionale ha più volte condannato i metodi del presidente filippino.

    Correlati:

    Filippine, Duterte annuncia il sostegno di Trump alla sua guerra contro la droga
    Duterte: nella lotta alla droga non mi importa dei diritti umani
    Duterte: pronto a buttare dall'elicottero i corrotti
    Attentato contro il presidente delle Filippine Duterte
    Tags:
    politica interna, Droga, Società, Rodrigo Duterte, Filippine
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik