19:46 08 Dicembre 2019
Direttore della CIA John Brennan

Direttore della CIA boccia Obama sulle conseguenze della primavera araba

© AP Photo / J. Scott Applewhite
Politica
URL abbreviato
13220
Seguici su

Il direttore della CIA John Brennan ha dichiarato che l'amministrazione del presidente uscente Barack Obama ha calcolato male le conseguenze della "primavera araba", segnala la CNN.

"Credo che a Washington, compresi alcuni rappresentanti dell'amministrazione, avevano aspettative molto realistiche sul fatto che la "primavera araba" avrebbe scalzato i regimi autoritari e sarebbe sbocciata la democrazia perchè lo voleva la gente", — il canale cita le parole di Brennan.

Ha aggiunto che "il concetto di democrazia non era radicato in molte persone, culture e Paesi."

In precedenza il direttore della CIA aveva osservato che il ritiro delle truppe americane dall'Iraq nel 2011 aveva contribuito alla formazione e al rafforzamento dei terroristi dello "Stato Islamico".

Sullo sfondo delle proteste di massa nel 2011 ci sono state rivoluzioni in Tunisia, Egitto e Yemen, in Bahrain ci sono stati dei moti rivoluzionari, e in Libia col sostegno di alcuni Paesi occidentali e delle monarchie del Golfo è stato deposto e poi ucciso il leader Muammar Gheddafi. Il cambio violento dei regimi e le guerre civili hanno fatto crescere l'instabilità e la minaccia terroristica nella regione e gli obiettivi proclamati dai rivoluzionari non sono stati raggiunti.

Correlati:

La Primavera Araba in Libia, 5 anni dopo
La politica di USA e UE ha portato all'escalation in Medio Oriente
“The National Interest”: la politica USA in Medio Oriente ha fatto fiasco
“Agli sgoccioli il dominio USA in Medio Oriente, Russia sempre più forte”
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Primavera araba, CIA, John Brennan, Barack Obama, Nord Africa, Medio Oriente, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik