04:28 01 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
5292
Seguici su

L'ex primo ministro ucraino Mykola Azarov ha ipotizzato la formazione di un governo in esilio, segnala il giornale russo "Izvestia".

Azarov guida il "Comitato di Salvezza dell'Ucraina", fondato a seguito degli eventi del 2014 e al colpo di stato di Euromaidan. Per l'ex primo ministro ucraino, la sentenza dei giudici del tribunale di Mosca permette di intraprendere un'istanza del genere nei tribunali internazionali.

Il politico ha aggiunto che il Comitato può inoltre formare un governo in esilio. Tuttavia, secondo Azarov, per questo passo in Ucraina "dovrebbero maturare le condizioni".

"Quando la classe dirigente, che ha preso il potere illegalmente e nella pratica si mostra incapace di assolvere le sue funzioni e il popolo chiede un governo alternativo, allora le condizioni saranno mature", — ha chiarito Mykola Azarov.

Le proteste a Maidan, la piazza centrale di Kiev, sono iniziate nel novembre 2013. Il motivo che ha scatenato le proteste è stata la decisione del governo presieduto da Mykola Azarov di sospendere la firma dell'accordo di associazione con la UE.

Nel febbraio 2014 la Verchovna Rada (Parlamento ucraino, ndr) ha deposto il presidente Viktor Yanukovych, fatto che molti politici hanno considerato come un colpo di stato.  

Correlati:

È una cattiva tradizione per l'Ucraina iniziare l'anno con una marcia per Bandera
L'Europa “tollerante” chiude gli occhi sul neonazismo in Ucraina dopo Maidan
Azarov: con odio verso la Russia cricca di Kiev distrae ucraini da sua politica criminale
Azarov: Poroshenko e Yatsenyuk hanno devastato l’Ucraina
L'ex premier dell'Ucraina Azarov racconta i miti con cui Kiev “zombizza” la gente
Tags:
Opposizione, Maidan, crisi ucraina, governo, Mykola Azarov, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook