16:23 28 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
15361
Seguici su

Il prossimo presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che gli americani "devono occuparsi della propria vita" in risposta agli appelli per imporre nuove sanzioni contro la Russia per il presunti coinvolgimento negli attacchi informatici durante le elezioni presidenziali, segnala la Reuters.

"Credo che dovremmo occuparci delle proprie vite. Penso che i computer abbiano molto complicato le nostre vite. La stessa epoca informatica ci ha portato al punto in cui nessuno sa cosa sta succedendo",

— Trump ha dichiarato ai giornalisti dalla sua villa in Florida, rispondendo alla domanda se gli Stati Uniti debbano imporre altre sanzioni contro la Russia.

Trump ha chiarito di non essere a conoscenza dei commenti del senatore repubblicano Lindsey Graham, che ha sostenuto che la Russia deve aspettarsi nuove sanzioni per la sua interferenza nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti e per gli attacchi informatici.

"Va tutto veloce, ci sono molte altre cose, ma non sono sicuro che ci sia la sicurezza che occorre. Non ho parlato di questo con i senatori, ma sicuramente lo farò a breve," — ha aggiunto.

Ieri la CNN ha riferito, citando funzionari dell'amministrazione uscente, che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama prevede oggi di annunciare nuove sanzioni contro la Russia per il presunto coinvolgimento di Mosca negli attacchi hacker durante la campagna elettorale.

Correlati:

Mosca accusa, nuove sanzioni di Obama contro la Russia danneggiano gli USA
Bloomberg: economisti prevedono rapida fine delle sanzioni contro la Russia
Terrorismo, Putin: sanzioni impediscono unire forze contro male comune
Con Trump stop sanzioni alla Russia?
Media: Exxon Mobil apre la strada per revoca delle sanzioni contro la Russia
Tags:
Casa Bianca, hacker, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Presidenziali USA 2016, cyberattacchi, Donald Trump, Barack Obama, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook