11:08 23 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 8°C
    UK Minister for Europe Alan Duncan

    Independent: Ministro di stato inglese si rifiuta di accusare Mosca pubblicamente

    © flickr.com/ Foreign and Commonwealth Office
    Politica
    URL abbreviato
    31530180

    Il Ministro di Stato del Regno Unito Alan Duncan si è rifiutato di accusare Mosca pubblicamente di aver violato il diritto internazionale in Siria.

    Il vice capo del Ministero degli esteri britannico ha dichiarato che si tratta di una questione molto difficile dal punto di vista giuridico, e della quale egli non ne è esperto, riferisce The Independent.

    Duncan ha dichiarato che a causa delle azioni militari russe ad Aleppo sono rimasti uccisi più di 3000 civili, e mezzo milione di persone si trovano in stato di assedio. Inoltre, secondo lui, le forze armate russe "hanno distrutto le strutture mediche."

    Tuttavia, rispondendo alla domanda se la Russia abbia violato il diritto internazionale, il Ministro ha risposto che lui "non ha familiarità con i dettagli specifici" della situazione e non vuole "dichiarare qualcosa di inesatto".

    "E' una questione molto complessa dal punto di vista legislativo" ha detto Duncan, aggiungendo inoltre che egli non si occupa di questo in maniera professionale.

    La dichiarazione di Duncan ha provocato sconcerto, in particolare il membro del partito Conservatore Crispin Blunt ha sottolineato che l'affermazione di Duncan è in contrasto con il punto di vista del Ministro degli esteri inglese Boris Johnson, diretto superiore di Duncan.

    La testata ricorda che la scorsa settimana Johnson ha dichiarato che "sia la Russia che l'Iran non sono riusciti a rispettare i propri obblighi per quanto riguarda il diritto internazionale umanitario". In particolare questi paesi non hanno permesso l'invio di aiuti umanitari nella parte orientale di Aleppo durante l'assedio".

    Oltre a questo, Duncan ha reagito all'uccisione dell'ambasciatore russo in Turchia dicendo che il Regno Unito condanna questo "orribile attacco" e che il Ministero degli esteri ha già contattato i Ministeri degli esteri di Turchia e Russia per esprimere le condoglianze.

    Correlati:

    Siria, perché l’Occidente si schiera con i terroristi?
    Siria, Usa: bene sforzi troika Russia-Iran-Turchia
    Siria, i medici russi si stanno prendendo cura della popolazione di Aleppo
    Tags:
    Politica, Dichiarazione, Guerra in Siria, dichiarazione, Partito Conservatore, governo, Boris Johnson, Inghilterra, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik