Widgets Magazine
06:41 23 Luglio 2019
Vladimir Putin e Hillary Clinton (foto d'archivio)

Clinton: cyberattacchi sono la vendetta personale di Putin contro di me

© AP Photo / Mikhail Metzel, Pool
Politica
URL abbreviato
32034

Hillary Clinton ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di aver ordinato gli attacchi informatici contro di lei durante le elezioni presidenziali americane per «vendetta personale». Lo riferisce il New York Times.

La candidata democratica alla presidenza sconfitta ha fatto queste osservazioni nel corso di un incontro a porte chiuse con i donatori della campagna la notte di giovedì a New York.

«Vladimir Putin ha diretto di persona gli attacchi informatici contro il nostro sistema elettorale, contro la nostra democrazia per vendetta personale contro di me», ha affermato la Clinton.

L'ex segretario di Stato ha attribuito la vendetta di Putin alle manifestazioni che aveva scatenato in Russia in seguito alle critiche mosse nel 2011 contro le elezioni parlamentari russe, e che aveva definito «disoneste».

«[Putin] è determinato non solo a segnare un punto contro di me — così come ha fatto — ma anche di minare la nostra democrazia…questo è un attacco contro il nostro paese», ha sottolineato la Clinton.

Correlati:

Usa, elezioni non sono state hackerate ma la sospettosa Hillary pensa a riconteggio voti
Media: Obama convinse la Clinton ad ammettere la sconfitta
In America si parla ancora del maggior numero di voti di Hillary Clinton su Trump
Tags:
Accuse, vendetta, interferenza, Attacchi informatici, critiche, hacker, elezioni, Hillary Clinton, Vladimir Putin, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik