06:08 25 Settembre 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 3°C
    Maris Kucinskis of the Greens and Farmers Union (ZZS) speaks during a press conference after Latvian President nominated him as Prime Minister and asked to form a new government in Riga

    Premier Lettonia dichiara di “non esitare a parlare russo”

    © AFP 2017/ Ilmars Znotins
    Politica
    URL abbreviato
    271880

    Il Premier lettone Maris Kuchinskis si è detto pronto, per il bene della coesione sociale a "non esitare a parlare in russo."

    In Lettonia vivono due milioni di persone. Di questi il 40% sono russofoni. In Lettonia c'è solo una lingua nazionale: il lettone. Il russo è considerata lingua straniera.

    "Sono pronto, senza esitazioni a parlare russo, se questo sarà necessario e se in altre maniere non mi capiranno. Sono pronto a parlare con persone di opinioni differenti, ma consolidandomi attorno la parola "Lettonia", e nient'altro" ha detto il Premier in una intervista con i media lettoni.

    In precedenza il presidente lettone Raymond Vejonis ha dichiarato che la coesione della società è una questione di sicurezza nazionale.

    Correlati:

    La Lettonia propone alla Russia di discutere le tensioni militari sul confine
    Lettonia ha addestrato 20 soldati per difendersi dalla Russia
    Lettonia, confessione shock del presidente: “non abbiamo un'economia nazionale”
    Tags:
    Società, lingua russa, dichiarazione, governo, Lettonia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik