18:24 26 Settembre 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 11°C
    Premier israeliano Benjamin Netanyahu (foto d'archivio)

    Netanyahu svela accordi con Putin su Siria e descrive politica di Israele in Medio Oriente

    © REUTERS/ Atef Safadi/Pool
    Politica
    URL abbreviato
    274897646

    Israele mantiene i contatti con la Russia sulla linea militare per evitare conflitti imprevisti in Siria, ha dichiarato il primo ministro Benjamin Netanyahu in un'intervista con la CBS.

    Ha descritto i colloqui con il presidente russo Vladimir Putin.

    "Ci siamo coordinati a livello dei due eserciti, dal momento che nessuno vuole un imprevisto scontro tra Israele e la Russia," — ha chiarito Netanyahu.

    Ha rivelato di aver detto a Putin che non sarebbe intervenuto nel conflitto siriano, ma in ogni caso non avrebbe permesso all'Iran di attaccare Israele attraverso la Siria.

    Netanyahu ha descritto i suoi rapporti con il capo di Stato russo come "amichevoli".

    Allo stesso tempo l'intervistatore ha rimproverato a Netanyahu di aver buoni rapporti con Putin e la leadership cinese, ipotizzando che il premier israeliano "si stia avvicinando al blocco anti-americano".

    "Israele sta sviluppando un'intera galassia di nuove alleanze e in alcuni casi con Paesi che sfidano gli Stati Uniti nel mondo, come la Russia che ha inviato le truppe in Siria, Stato confinante con Israele", — ha commentato le parole di Netanyahu il conduttore del programma "60 Minutes" della CBS.

    Tra le alleanze regionali Netanyahu ha rilevato diversi Paesi arabi.

    "La posizione di Israele nel mondo arabo è cambiata, perché non vedono più Israele come un nemico, piuttosto un alleato nell'inevitabile scontro con le forze dell'Islam radicale, sia quello sciita filo-iraniano, l'ISIS o gli estremisti sunniti," — ha detto Netanyahu.

    Secondo lui, Israele ha già migliorato i rapporti con l'Egitto e la Giordania. Alla domanda sui rapporti con l'Arabia Saudita Netanyahu si è rifiutato di rispondere.

    L'intervistatore ha suggerito che Gerusalemme possa avvicinarsi a Riyadh, in modo da formare un'alleanza contro l'Iran.

    "Non c'è bisogno di crearla, c'è già," — ha risposto Netanyahu.

    Correlati:

    Israele, Netanyahu: uniti con la Russia per sconfiggere l’Isis
    Netanyahu valuta proposta su vertice israelo-palestinese a Mosca
    Israele, il premier Netanyahu annuncia incontro a breve con Trump
    Putin e Netanyahu discutono gli sviluppi delle relazioni Russia-Israele
    Armi ad Hezbollah in Siria, premier Medvedev risponde a timori di Israele
    Israele chiede aiuto alla Russia per evitare riarmo di Hezbollah dalla Siria
    Tags:
    ISIS, Estremismo, Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, crisi in Siria, Hezbollah, Benjamin Netanyahu, Vladimir Putin, Medio Oriente, Arabia Saudita, Israele, Iran, Siria, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik