12:23 29 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
30350
Seguici su

La Russia farà tutto il possibile per evitare che Palmira diventi la nuova roccaforte dei terroristi dello “Stato Islamico”, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Vladimir Titov.

"Crediamo che la liberazione di Palmira sia un importante risultato delle nostre azioni comuni. Naturalmente faremo tutto il possibile per impedire la riconquista da parte dei terroristi di queste aree," — ha detto Titov.

Domenica scorsa una fonte siriana ha riferito a Sputnik che gli abitanti sono stati evacuati da Palmira, mentre l'esercito siriano affronta in violente battaglie alla periferia della città gli islamisti che cercano di riprendersi la città.

Secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, più di 4mila jihadisti sono stati mobilitati per riconquistare Palmira. Le truppe siriane combattono in difesa.

In seguito il governatore della provincia di Homs Talal Baraz ha riferito che le truppe governative siriane hanno evacuato da Palmira l'80% della popolazione, mentre c'è preoccupazione per la sorte delle altre persone.

Correlati:

“Palmira è caduta nel nome degli interessi strategici di Washington”
Abitanti di Palmira evacuati, esercito siriano combatte nelle periferie
Russia conferma tentativo d'assalto di ISIS a Palmira
Esperti spiegano perché Daesh cerca di conquistare di nuovo Palmira
Governatore Homs: esercito siriano ha fatto evacuare 80% residenti di Palmira
Tags:
Terrorismo, raid della Russia in Siria, Esercito della Siria, Il Ministero degli Esteri della Russia, ISIS, Vladimir Titov, Palmira, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook