05:31 22 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
11270
Seguici su

La Russia reagirà alle nuove sanzioni imposte dal Canada a danno dei deputati della Duma eletti in Crimea; la decisione delle autorità canadesi incide negativamente nei rapporti bilaterali, si legge in un comunicato del portavoce dell'Ambasciata russa in Canada Kirill Kalinin.

In precedenza era stato riferito che il Canada ha imposto nuove sanzioni contro 15 persone, tra cui i 6 deputati della Duma eletti in Crimea. Il ministero degli Esteri canadese ha notato che Ottawa non riconosce i risultati delle elezioni della penisola, considerando questi territori e Sebastopoli frutto di "un'annessione". Allo stesso tempo le autorità canadesi non chiedono di restituire la Crimea all'Ucraina, ma si limitano a sottolineare l'intenzione di "mantenere la pressione sulla Russia, in modo da rispettare gli accordi di Minsk sul Donbass.

"In questo modo illegittimo e irrazionale, la parte canadese decide di entrare nella spirale del confronto con la Russia", — ha riferito il rappresentante della missione diplomatica russa.

Il diplomatico ha sottolineato che tali misure hanno un impatto negativo sulle relazioni bilaterali, "che solo di recente hanno iniziato a ristabilirsi".

"La parte russa prenderà atto di questo passo ostile e reagirà sulla base della reciprocità", — ha aggiunto Kirill Kalinin.

Correlati:

Russia: contromisure in risposta alle nuove sanzioni del Canada
Ucraina, Canada: Non c’è dialogo diretto con Kiev su ipotesi invio aiuti letali
Kiev non vede nessuna possibilità di restituzione della Crimea nei prossimi 5 anni
Mosca avverte gli USA: risposta a nuove sanzioni contro deputati eletti in Crimea
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Duma, Canada, Crimea, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook