07:04 18 Giugno 2019
Fidel Castro (foto d'archivio)

“Con la scomparsa di Castro finisce un'epoca”: i commenti da Mosca

© AFP 2019 / TOMMY WEBER
Politica
URL abbreviato
182

Con la morte del “Lider Maximo” Fidel Castro è terminata un'intera epoca non solo nella storia di Cuba, ma anche in tutta l'America Latina, è stato il simbolo della resistenza alla pressione esterna e all'egemonia degli Stati Uniti, ha dichiarato il vicepresidente del partito d'opposizione russo “Russia Giusta” Mikhail Emelyanov.

Il leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro si è spento all'età di 90 anni venerdì alle 22.29 dell'orario locale (4.29 in Italia): il fratello Raul Castro lo ha annunciato alla televisione di stato.

Il politico russo ha detto che la morte di Fidel Castro accelererà il processo di riforma verso la transizione ad un'economia di mercato.

Il senatore Alexey Pushkov ha espresso le condoglianze al popolo di Cuba per la morte di Fidel Castro ed ha rilevato che il leader della Rivoluzione cubana verrà ricordato nel mondo.

"Fidel Castro è morto. Condoglianze agli amici cubani e a tutto il popolo di Cuba. Castro era tra i grandi che hanno cambiato il mondo. Il mondo lo ricorderà," — ha twittato Pushkov.

La scomparsa di Fidel Castro è una perdita per il popolo cubano e per tutta l'umanità, è convinto il presidente della commissione Esteri della camera alta del Parlamento russo Konstantin Kosachev.

"La scomparsa di Fidel Castro è una perdita per il popolo cubano e per tutta l'umanità. A prescindere dai giudizi su quest'uomo, la sua influenza, senza esagerazione, ha avuto un impatto globale e reale sul corso della storia del mondo. Non si può dire certo per ogni politico, che se ne va," — ha detto Kosachev a RIA Novosti.

Tags:
Storia, Politica Internazionale, Konstantin Kosachev, Fidel Castro, Alexey Pushkov, Cuba, America Latina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik