04:16 01 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
19148
Seguici su

La Turchia aprirà le sue frontiere con la UE ai profughi, se l'Unione Europea continuerà a perseguire una politica ostile contro Ankara, ha minacciato oggi il presidente Tayyip Erdogan.

Nella giornata di ieri il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione che raccomanda la sospensione dei negoziati di adesione della Turchia nella UE alla luce della politica delle autorità turche; questa situazione ha provocato reazioni forti ad Ankara. Secondo il premier Binali Yildirim, la risoluzione non ha alcun valore giuridico.

"E' stato fatto il passo: far entrare la Turchia nella UE oppure no? Si sono raccolte 30-40 persone, hanno detto "no". Non vi siete mai comportati correttamente e onestamente da un punto di vista umano. Accogliamo 3 milioni di rifugiati, voi iniziate a lamentarvi quando ne passano 50mila. Ascoltate, se andrete ancora avanti così, sappiate che le nostre frontiere saranno aperte", — ha detto Erdogan.

Correlati:

Turchia, non c'è solo la UE: Erdogan guarda ad Est
Turchia, Erdogan: Adesione all’Ue potrebbe essere sottoposta a referendum nel nuovo anno
Erdogan: l'influenza della Turchia si estende oltre i confini del suo territorio
Scontro UE-Ankara, Erdogan: “la Turchia resta un Paese di serie B per l'Occidente”
Erdogan: l’occidente non ha fatto nulla di positivo per la Turchia
Affondo di Erdogan contro l'Occidente: nessuna lezione sui diritti umani
Tags:
Migranti, profughi, Immigrazione, Politica Internazionale, Crisi dei migranti, Europarlamento, Unione Europea, Recep Erdogan, Turchia, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook