20:37 22 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 27°C
    La cattedrale di San Basilio alla Piazza Rossa di Mosca.

    Propaganda russa. Un viaggio nella fantasia dell’Europarlamento

    © Fotolia/ Savvapanf Photo
    Politica
    URL abbreviato
    4876415

    Per gli europei, i quali non sanno di essere vittime della propaganda militare russa, il Parlamento Europeo sta preparando una “rassegna della disinformazione” dal cosiddetto gruppo di lavoro operativo sulle comunicazioni strategiche dell'UE.

    Offriamo alcuni dei spunti del tema politico della settimana: "La Dichiarazione sulla difesa dell'Unione Europea".

    Il gruppo di lavoro operativo sulle comunicazioni strategiche dell'UE è stato istituito nel mese di settembre 2015 e fa parte del settore delle "comunicazioni strategiche" del servizio europeo delle attività di politica estera. L'ufficio è diretto dal rappresentante per gli affari esteri dell'UE Federica Mogherini. Su Internet questo servizio appare sotto il nome di "East Stratcom Task Force" con sede a Tallinn in Estonia.

    Il gruppo, il quale vanta nel proprio quartier generale 400 collaboratori, si occupa, a quanto pare della supervisione della propaganda e settimanalmente invia notizie ai giornalisti e ad esperti di politica e di pubbliche relazioni. Questa "rassegna di disinformazione" viene utilizzata dal Parlamento europeo come prova che la Russia stia conducendo una guerra ibrida contro l'Europa e i valori europei, cercando di inculcare l'idea che sia necessario proteggersi dalla Russia.

    Il notiziario della scorsa settimana recitava "Dalle elezioni truccate alle manifestazioni manipolate" facendo passare questo punto di vista sulle elezioni americane per russo.

    Sul tema delle elezioni manipolate negli Stati Uniti viene fornito un link ad un articolo sul sito ceco ac24.cz, posizionato come portale di informazione anti-mainstream.

    Sul tema delle manifestazioni pagate contro Trump negli Stati Uniti l'UE fornisce ai lettori un link al sito conservativedailypost.com, un sito che pubblica apertamente notizie a stampo repubblicano. Lo staff del sito ha sede a Las Vegas in Nevada ed è finalizzato alla eliminazione del "politically correct" che ha a lungo represso la "vera libertà e la democrazia in America".

    Sul tema del riconoscimento dei risultati delle elezioni del Partito Democratico in USA il gruppo di lavoro strategico di comunicazione dell'UE offre ai lettori un link al sito dailymail.co.uk, come presunta "pubblicazione pro-Cremlino". E' la versione britannica del giornale tedesco "Bild" con una tiratura di due milioni di copie.

    Sul tema delle opportunità apertesi per l'Ucraina di ottenere la democrazia, il gruppo di lavoro si riferisce al talk show politico della televisione russa "Domenica notte con Vladimir Soloviev". Il contenuto può essere confrontato con quello della trasmissione tedesca Hart aber fair, ma la versione russa è più dura di quella tedesca. In questo show diverse persone sostengono l'idea che l'Ucraina sia molto lontana dalla democrazia. Questa linea di pensiero potrebbe essere sostenuta anche dai media tedeschi. Anche un "sostenitore esplicito di Putin e attivista pro-Cremlino" come Saakashvili ha recentemente definito il regime politico in Ucraina una "oligarchia cleptocratica".

    In contrasto con questa definizione, il gruppo di lavoro operativo sulle comunicazioni strategiche dell'UE hanno stabilito che in Ucraina ci sia già la democrazia, e che qualsiasi parere contrario a questo, è propaganda russa. Vorrei che il gruppo di esperti avesse ragione. Poi, l'UE risparmierebbe milioni di euro, se ci fosse un processo democratico in Ucraina. Solo che io non ci posso credere.

    Per riassumere:

    Tutte le prove mostrate dalla "rassegna di disinformazione" dell'ultima uscita sono i soliti esempi di opinioni politiche.

    Il 75% dei messaggi pubblicati sulla "rassegna" non sono di origine russa ma sono stati pubblicati in America, in Inghilterra e in Repubblica Ceca.

    Il restante 25% non è propaganda, ma la ripetizione di idee, che anche l'Unione Europea utilizza per giustificare i flussi finanziari in Ucraina. Praticamente il gruppo di lavoro strategico per le comunicazioni dell'UE stessa sta facendo propaganda contro i poteri dell'UE nel settore del commercio.

    Con questo si dimostra che l'Unione Europea è il peggior nemico per sé stessa. Mi congratulo di cuore.

    Pubblicato nella versione tedesca di Sputnik e può essere letta qui

    Correlati:

    In Europa sicuri: Germania nel mirino della campagna di disinformazione del Cremlino
    NATO e Mogherini: guerra ai media russi
    Pushkov: ai media della Russia dichiarata una guerra politica
    Tags:
    Informazione, Media, Mass media, Media, guerra d'informazione, Unione Europea, Federica Mogherini, Europa
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik