06:51 29 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
2140
Seguici su

Lo scandalo del presidente della Corea del Sud Park Geun-Hyee della sua amica stretta Choi Soon-sil ha portato circa un milione di coreani a manifestare per le strade di Seul riporta l’agenzia Yonhap News Agency da una fonte tra gli organizzatori della marcia.

La protesta iniziata sabato è una delle più grandi mai avvenute nel 21 secolo. La manifestazione riunisce i rappresentanti dei tre partiti di opposizione Corea del Sud e più di 1500 partecipanti appartenenti ad organizzazioni pubbliche. Si sono riuniti nella piazza della capitale e richiedono le dimissioni del presidente Park Geun-Hyee a causa dello scandalo che coinvolge la sua amica stretta, Choi Soon-Sil.

Seul il 12 novembre
© AFP 2020 / Yonhap
Seul il 12 novembre

L'indice di gradimento di Park Geun-Hyee è sprofondato del 5% e la sua politica è disapprovata dal 90% della popolazione. Ci sono già i requisiti per le sue dimissioni, ma le autorità insistono sul fatto che questo non è il momento ideale viste le tensioni politiche e militari con la Corea del Nord.

Lo scandalo politico è scoppiato dopo che il presidente Park Geun-Hyee si è scusata pubblicamente ammettendo di essersi fatta aiutare e aver fatto leggere e redarre discorsi presidenziali a Choi Soon-Sil. Non si esclude inoltre che Choi Soon-Sil si sia appropria di 70 milioni di dollari per l'acquisto di immobili e per il pagamento della retta universitaria di sua figlia in una delle università più prestigiose della Corea del Sud.

Choi Soon-Sil non detiene alcuna posizione ufficiale del governo della Corea del Sud. Dopo il ritorno in Corea del Sud Choi Sung Sil è stata arrestata.

Correlati:

Con Trump Corea e Giappone vogliono più armi nucleari dagli USA
A Seul si aspettano nuovo test nucleare e lanci di missili in Corea del Nord
Corea del Sud: Corea del Nord potrebbe lanciare missile durante le elezioni americane
Tags:
corruzione, scuse, Scandalo, Park Geun-hye, Corea del Sud
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook