17:21 22 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Ribelli siriani

    La Russia aspetta la reazione del mondo sull'uso di armi chimiche dei ribelli siriani

    © AP Photo/
    Politica
    URL abbreviato
    2825150

    La Russia attende la reazione della comunità internazionale relativamente all'uso di armi chimiche da parte dei ribelli in Siria: i dati concreti sono stati presentati dal ministero della Difesa russo.

    Lo ha dichiarato a RIA Novosti oggi Konstantin Kosachev, presidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione (camera alta del Parlamento russo, ndr).

    Il dicastero militare russo ha riferito che in Siria i terroristi ed i ribelli hanno usato armi chimiche contro i civili e le truppe governative. Le prove sono state trovate e raccolte dagli ufficiali del Centro militare scientifico per la protezione radioattiva, chimica e biologica delle forze armate russe nella periferia sud-ovest della città di Aleppo.

    "La notizia non rientra tra gli scoop, in quanto più volte abbiamo ricordato fatti simili all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC) e alla comunità internazionale nel suo complesso. L'unico problema è che questo tipo di informazioni diventano oggetto dell'attenzione dei media internazionali solo quando in qualche modo possono essere legate alle truppe di Damasco," — ha osservato il senatore.

    Secondo Kosachev, purtroppo prima la fonte di informazioni non del tutto attendibili sui colpevoli diveniva il meccanismo investigativo comune che agisce su mandato delle Nazioni Unite e dell'OPAC, dal momento che i dati sull'origine delle minacce provenivano da soggetti interessati.

    "In questo caso gli esperti russi del ministero della Difesa hanno trovato le granate inesplose dell'artiglieria dei terroristi contenenti sostanze tossiche ed hanno raccolto i campioni del suolo in corrispondenza dell'impatto e a quanto pare attribuiscono ai ribelli la colpa dell'utilizzo delle armi chimiche," — ha detto Kosachev.

    "La questione ora è se seguirà un'ondata di indignazione nei media stranieri e la ferma condanna dei politici occidentali," — ha osservato il senatore. Dopo tutto sarebbe l'unico modo per capire quale sia la vera causa della loro indignazione dopo la segnalazione dell'utilizzo di queste armi. "Il fatto stesso del loro uso o l'opportunità di dare la colpa al presidente Assad? Aspettiamo", — ha concluso il senatore.

    Correlati:

    Russia: militanti Isis utilizzavano armi chimiche ad Aleppo. Trovate le prove
    Mosca trasmetterà all'OPAC le prove sull'uso di armi chimiche dei ribelli in Siria
    Mosca condanna attacco terroristico con armi chimiche ad Aleppo
    Siria, usate armi chimiche dai ribelli islamisti contro le forze governative ad Aleppo
    Tags:
    Terrorismo, Politica Internazionale, Occidente, Opposizione siriana, Armi chimiche, crisi in Siria, Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche - OPAC, mass media, Konstantin Kosachev, Aleppo, Siria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik