13:43 29 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
258
Seguici su

La Turchia resta un paese di seconda fascia per l'Occidente, afferma convinto il presidente Tayyip Erdogan.

"A prescindere dai progressi che raggiungiamo, agli occhi dell'Occidente risultiamo essere sempre un Paese di seconda classe. Ci siamo resi conto di questa amara verità nel processo di integrazione della Turchia nella UE, che dura da mezzo secolo", — ha dichiarato il capo di Stato turco, parlando ad un forum di business ad Istanbul. Le sue parole sono state riprese dall'agenzia Anadolu.

Secondo Erdogan, molti in Occidente identificano i Paesi dell'Oriente come primitivi e arretrati.

"Non c'è posto per questo approccio nella scala dei valori dell'Oriente, la culla di gran parte delle civiltà. Alcuni occidentali sostengono impunemente che il processo di negoziazione tra Turchia e UE debba essere rivisto. Penso che siano arrivati in ritardo con questi appelli. Riconsiderate il processo più velocemente, ma non fermatevi e prendete la decisione definitiva", — ha osservato Erdogan.

Mercoledì la Commissione Europea ha pubblicato il dossier annuale sui progressi compiuti dalla Turchia sulla strada verso l'Europa. Nel documento si prende atto dei fallimenti delle politiche di Ankara riguardo i temi dei diritti umani e della libertà di parola. La Commissione Europea ritiene inoltre insufficienti gli sforzi compiuti dalle autorità turche per portare la legislazione nazionale in linea con le norme della UE.

La situazione con lo Stato di diritto ed i diritti umani in Turchia sempre di più non corrisponde alla richiesta della Turchia di entrare nell'Unione Europea, ha dichiarato il commissario europeo per la politica di vicinato ed i negoziati per l'espansione Johannes Hahn.

Correlati:

Erdogan: l’occidente non ha fatto nulla di positivo per la Turchia
Turchia, arrestatati 35 piloti militari in relazione al fallito golpe
Turchia, Usa: Preoccupati per la democrazia ma non in discussione membership nella Nato
Austria vuole chiudere finanziamenti UE a Turchia se salta accordo migratorio
“Merkel succube di Erdogan, Turchia è una delle cause dell'immigrazione”
In Turchia crescono i sentimenti anti-americani a causa del sostegno USA ai curdi
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Occidente, Unione Europea, Recep Erdogan, Turchia, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik