03:06 12 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
14440
Seguici su

Le sanzioni reciproche tra Unione Europea e Russia fanno male ad entrambi, al contrario occorre rafforzare il dialogo tra la UE e la Russia, ha affermato il vice ministro degli Esteri della Grecia Nikos Xydakis in un'intervista col portale di notizie EurActiv.

L'intervista è apparsa alla vigilia del vertice di due giorni della UE, in cui si discuteranno le relazioni con Mosca: Xydakis ha espresso la speranza che nei colloqui prevalgano le voci moderate.

"Credo che le voci moderate all'interno della UE e del Consiglio d'Europa saranno ascoltate, sosterranno l'approfondimento del dialogo e cercheranno di risolvere la difficile situazione che si è venuta a creare", — ha detto.

Il diplomatico greco ha espresso cauto ottimismo affinchè venga trovata una soluzione che non esasperi le tensioni tra la Russia e la UE, notando che nessuno trarrà vantaggio da cattivi rapporti ne medio e nel lungo termine.

Correlati:

UE, Polonia e Paesi Baltici non riescono ad imporre sanzioni più pesanti contro Russia
Dal business austriaco un no categorico a nuova spirale di sanzioni contro la Russia
Siria, Cremlino: no a retorica delle sanzioni anti-Russia
Sanzioni e russofobia inutili, Russia serve all'Occidente: la spiegazione di Le Figaro
Politico: L’UE non riesce a giungere ad un giudizio condiviso sulle sanzioni alla Russia
Siria, Mogherini: nessuno Stato Ue ha proposto sanzioni per la Russia
Tags:
Dialogo, sanzioni antirusse, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Unione Europea, Nikos Xykadis, Russia, UE, Grecia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook