Widgets Magazine
06:46 22 Agosto 2019
Aleppo

ONU, crisi Siria: Russia invita Londra a rinunciare alla sua tradizione coloniale

© AFP 2019 / KARAM AL-MASRI
Politica
URL abbreviato
13473

Il rappresentante permanente della Federazione Russa all'ONU Vitaly Churkin ha dichiarato che il Regno Unito dovrebbe smetterla di sostenere "la gentaglia" in tutto il mondo e rinunciare alle sue abitudini coloniali.

Il rappresentante permanente della Gran Bretagna alle Nazioni Unite Matthew Rycroft, dopo il voto del Consiglio di Sicurezza, ha detto che il veto della Russia, "ha stroncato le speranze di unità nel Consiglio di Sicurezza." Ha aggiunto che il veto russo "è un abuso cinico dei privilegi e delle responsabilità dei membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite."

"Il rappresentante del Regno Unito ha pateticamente esclamato: fermate i raid aerei. Di fatto piantatela di sostenere la gentaglia di vario genere in tutto il mondo, estremisti, terroristi o altri amanti della destabilizzazione in uno o nell'altro Paese. Smettetela di interferire negli affari degli altri Stati sovrani, rinunciate a queste abitudini coloniali, lasciate il mondo in pace. In questo modo migliorerà la situazione in molte aree e regioni del mondo,"

— ha detto il rappresentante permanente della Russia Vitaly Churkin durante la riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha esaminato oggi in una sessione 2 bozze di risoluzione sulla Siria. La bozza francese sul cessate il fuoco ad Aleppo è stata bloccata dalla Russia. E' stato il 14° veto esercitato dalla Russia dal 1992, dopo che è diventata il successore legale dell'Unione Sovietica nel Consiglio di Sicurezza dell'ONU, mentre fino ad oggi guidavano in solitaria la speciale classifica del diritto di veto gli Stati Uniti, che per 14 volte hanno bloccato le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza.

La risoluzione russa a sostegno del piano dell'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria Staffan de Mistura e degli accordi tra Mosca e Washington del 9 settembre non è passata al Consiglio di Sicurezza dell'ONU, raccogliendo solo 4 sì.

Il ministero degli Esteri russo ha osservato che dopo il voto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite la delegazione russa ha proposto modifiche costruttive alla risoluzione sulla Siria proposta dalla Francia, ma i suoi co-autori non sono stati capaci di mostrare saggezza politica.

Il ministero degli Esteri russo ha sottolineato che il tentativo di abusare dei poteri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha ribadito l'ossessione dei promotori della risoluzione su Aleppo di cambiare al di fuori della legge il potere in Siria.

Correlati:

Crisi Siria, monito di Hollande: no a veto su risoluzione francese. Messaggio alla Russia?
Un comandante di Al-Nusra shock: “armi direttamente dagli USA, sono con noi”
USA, Kerry chiede di indagare le azioni della Russia in Siria come crimini di guerra
Zakharova sicura, Russia affronta fase estrema della guerra d'informazione dell'Occidente
“USA non pronti alla guerra con la Russia, ma appoggeranno i terroristi in Siria”
Tags:
Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, crisi in Siria, Consiglio di Sicurezza ONU, Matthew Rycroft, Vitaly Churkin, Aleppo, Gran Bretagna, Siria, Francia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik