13:36 17 Novembre 2018
Brexit

Avvocato degli attivisti filo-UE sicuro, Irlanda del Nord può fermare la Brexit

© AFP 2018 / Carl Court
Politica
URL abbreviato
615

L'Irlanda del Nord può porre il veto all'uscita del Regno Unito dalla UE, ha detto l'avvocato Ronan Lavery, che rappresenta gli attivisti nordirlandesi che hanno aperto una causa contro il governo britannico a seguito della Brexit dopo la vittoria degli euroscettici al referendum del giugno scorso.

Lavery lo ha dichiarato durante la sua arringa nel tribunale di Belfast.

Secondo il legale, "l'uscita dalla UE può avere conseguenze disastrose per il processo di pace in Irlanda del Nord e rompere il delicato compromesso costituzionale che è stato raggiunto."

"La gente dell'Irlanda del Nord può controllare le modifiche costituzionali, non possono essere imposte al popolo senza consultazioni," — ha detto Lavery, le cui parole hanno trovato largo spazio nei media nordirlandesi.

"Se significa che l'Irlanda del Nord possa porre il veto alla Brexit, vi assicuro che è esattamente ciò che la Gran Bretagna e l'Irlanda hanno firmato nell'accordo del Venerdì Santo (1998)," — ha detto l'avvocato.

L'azione legale contro il governo britannico è stata presentata la scorsa estate da un gruppo di attivisti per i diritti umani guidati da Raymond McCord, il cui figlio è stato ucciso a Belfast nel 1997 dall'Ulster Volunteer Force.

La maggior parte dei cittadini britannici nel referendum del 23 giugno ha votato per l'uscita del Paese dalla UE. Tuttavia in Irlanda del Nord e Scozia hanno prevalso i sostenitori della permanenza nella UE, mentre in Inghilterra e in Galles hanno votato a favore della Brexit.

Il primo ministro britannico Theresa May ha già detto che il processo per l'uscita del Regno Unito dalla UE inizierà alla fine del marzo del prossimo anno.

Correlati:

Londra, premier May accelera la Brexit: no al voto del Parlamento
La Brexit è diventata l’incubo di Kiev, Tbilisi e Chisinau
Soros sicuro, crollo UE irreversibile dopo la Brexit
Scozia avvia i preparativi di un nuovo referendum per l'indipendenza da Londra
Brexit: Gibilterra e Scozia non vogliono lasciare l’Unione Europea
Tags:
Giustizia, politica interna, Politica Internazionale, Diritto di veto, Brexit, Unione Europea, Theresa May, Raymond McCord, Ronan Lavery, UE, Irlanda del Nord, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik