13:43 29 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
7125
Seguici su

Il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, ha fatto sapere che visiterà la Russia, quando Mosca smetterà di sostenere il presidente siriano Bashar Assad.

"Quando la Russia riuscirà a trovare un modo per abbandonare il suo sostegno ad Bashar Assad", è stata la risposta del capo della diplomazia del Regno Unito alla domanda se abbia in programma di visitare la Federazione.

Mercoledì, Johnson e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov hanno discusso della situazione in Siria nel corso di un incontro a margine dell'assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. 

Il ministro inglese aveva precedentemente detto ai giornalisti che era fiducioso sul fatto che Russia e gli Stati Uniti potrebbero rilanciare il cessate il fuoco nel paese mediorientale, nonostante il recente attacco a un convoglio di aiuti umanitari ad Aleppo.

Johnson a proposito ha più volte sostenuto gli sforzi Usa-Russia per introdurre le pause nei combattimenti e facilitare la consegna di aiuti umanitari in Siria.

Correlati:

Siria, Mogherini: Russia e Usa dovrebbero garantire la tenuta del cessate il fuoco
Nato-Russia, Stoltenberg: colloqui con Lavrov positivi e produttivi
Onu, previsto incontro tra Lavrov e Kerry
Tags:
cessate il fuoco, crisi in Siria, ONU, Boris Johnson, Bashar al-Assad, Sergej Lavrov, Gran Bretagna, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik