09:33 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
7011
Seguici su

L'intesa raggiunta dalla Russia e dagli Stati Uniti sul cessate il fuoco in Siria è un importante passo diplomatico. Ma quanto sia realistica la sua attuazione resta ancora poco chiaro.

La rivista americana di geopolitica The National Interest ha formulato le 5 "grandi domande" sul futuro della Siria.

La tregua sarà rispettata?

Secondo i termini dell'accordo tra Mosca e Washington, il presidente siriano Bashar Assad deve fermare i raid dei suoi aerei nelle zone concordate da Russia e Stati Uniti. Tuttavia, secondo l'autore dell'articolo, non vi è alcuna garanzia che Assad rispetti le condizioni dell'armistizio.

Chi controlla l'implementazione dell'accordo?

Si presume che le forze governative e i gruppi armati dell'opposizione ritireranno le proprie unità per garantire una zona smilitarizzata al passaggio delle missioni umanitarie. Il segretario Kerry ha osservato che sarà effettuato un "monitoraggio" sul ritiro delle armi, tuttavia sarebbe interessante sapere chi si assumerà quest'onere.

Come si svolgerà l'operazione congiunta russo-americana?

I militari russi e americani creeranno un Centro congiunto operativo, il cui scopo sarà quello di coordinare le azioni per combattere i terroristi dello Stato Islamico e di Al-Nusra.

"E' noto a tutti che da tempo gli obiettivi dei raid di Russia e Stati Uniti differiscono. Esiste un meccanismo per risolvere le controversie che emergeranno durante il lavoro del nuovo Centro?," — si chiede l'autore dell'articolo.

L'opposizione moderata si dissocerà da Al-Nusra?

Se i terroristi continueranno ad operare nelle stesse zone delle forze della cosiddetta opposizione moderata l'accordo tra Stati Uniti e Russia salterà. Se le forze di opposizione non romperanno i legami con Al-Nusra, sarà più difficile incolpare la Russia dell'annientamento della "opposizione non estremista", scrive The National Interest.

Se la violenza sarà fermata, che succederà in futuro?

"Supponiamo che l'accordo sul cessate il fuoco tra USA e Russia funzioni perfettamente e la violenza si placherà. Sarebbe un risultato incredibile. Ma sarà necessario lavorare sodo per cambiare la posizione negoziale di tutte le parti. Assad bloccherà tutti i meccanismi per la transizione del potere, mentre l'opposizione continuerà a respingere qualsiasi proposta in base alla quale Assad continui ad essere il presidente; se questi elementi non cambieranno, il processo di pace crollerà nuovamente," — si afferma nell'articolo.

Correlati:

Siria, Mosca: continueremo attacchi aerei contro terroristi
Israele smentisce l'abbattimento dei suoi aerei in Siria
Generale siriano risponde ad Israele: “abbattuti drone e caccia, aiutavano islamisti”
Per l'Indipendent l'accordo sulla Siria restituisce alla Russia lo status di superpotenza
Fox News accusa Obama di essersi piegato davanti ai russi
Tags:
ISIS, Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Opposizione siriana, Al-Nusra, Bashar al-Assad, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook