04:06 11 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
5612
Seguici su

L'Occidente ha fatto gravi errori nei riguardi della Russia, dopo essersi ripetutamente rifiutato di prendere in considerazione i suoi interessi, ha affermato in un'intervista a Die Welt il noto politico tedesco Gregor Gysi, ex capogruppo della sinistra radicale tedesca di “Die Linke” nel Bundestag.

Tra gli errori dell'Occidente Gysi ricorda i bombardamenti della Jugoslavia, il dislocamento del sistema americano di difesa missilistica in Europa orientale, così come la volontà di far entrare l'Ucraina nella NATO, a seguito di cui la Flotta russa del Mar Nero si ritroverebbe circondata da territori dei membri dell'Alleanza Atlantica.

Gysi ritiene sbagliata l'imposizione delle sanzioni a seguito della riunificazione della Crimea con la Russia: in questo caso si sarebbero dovute prendere altre misure diplomatiche.

"Dopo l'indipendenza del Kosovo avvenuta in contrasto con il diritto internazionale nessuno contro di noi in Occidente ha emanato delle sanzioni," — ha rilevato.

"In qualità di membro politico dell'Associazione delle piccole e medie imprese, posso dire che le sanzioni ci colpiscono di più rispetto alla Russia," — ha aggiunto Gysi.

Inoltre, in risposta alle sanzioni, Mosca "sta facendo di tutto per indebolire l'Europa", per esempio instaurando nuove relazioni con la Turchia.

"Solo allora vengono a galla gli effetti collaterali di una politica sconsiderata", — ha osservato il politico.

Hanno fatto errori di calcolo sulla Russia anche gli Stati Uniti, ipotizza Gysi: per il politico tedesco il presidente americano Barack Obama non avrebbe dovuto definire la Russia come una "potenza regionale".

"Putin è il tipo di combattente con la presa della tigre, a cui non si possono dire cose simili. Anche in considerazione del fatto che non si erano instaurati rapporti personali tra Putin e Obama. A prescindere da tutto, Putin ha mostrato agli americani che in Siria la Russia è ancora una potenza mondiale," — ha detto Gysi.

Correlati:

Putin: la Russia non ha intenzione di rompere i rapporti con l'Ucraina
“Stretta di mano da miliardi”: Al Jazeera discute prospettive incontro tra Putin e Erdogan
“Putin crea nuovo ordine internazionale riducendo l'influenza degli USA”
NYT: la “paura di Putin” è il difetto dell’Occidente
Russia, ministro Difesa: “Putin ha salvato Siria da 624 missili da crociera NATO”
Siria, Putin spiazza di nuovo l’Occidente
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, sanzioni antirusse, raid della Russia in Siria, Unione Europea, NATO, Gregor Gysi, Vladimir Putin, Barack Obama, Germania, Siria, Turchia, UE, Crimea, Ucraina, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook