09:34 18 Giugno 2019
Sciiti a Baghdad

L'Iraq chiede all'Arabia Saudita di cambiare l'ambasciatore per dichiarazioni taglienti

© AP Photo / Khalid Mohammed
Politica
URL abbreviato
4150

Il ministero degli Esteri dell'Iraq ha chiesto ufficialmente all'Arabia Saudita di sostituire l'ambasciatore a Baghdad Tamer al-Sabhan, le cui osservazioni hanno sollevato un polverone di critiche tra i politici iracheni.

Più di una volta Al-Sabhan si è permesso di commentare l'influenza dell'Iran sul governo sciita in Iraq ed ha accusato le milizie sciite che supportano le forze armate del Paese nella lotta contro i terroristi del Daesh di fomentare l'odio contro i sunniti iracheni.

"Il ministero degli Esteri iracheno ha chiesto ai suoi partner dell'Arabia Saudita di sostituire l'ambasciatore a Baghdad", — il canale Al Sumaria riporta le parole del portavoce del dicastero della diplomazia irachena.

Il ministro degli Esteri iracheno Ibrahim al-Jaafari aveva precedentemente bollato le dichiarazioni dell'ambasciatore al-Sabhan come "un'ingerenza negli affari interni", ha ricordato il canale.

Correlati:

Si spacca il mondo islamico: sunniti solidarizzano con Riyadh e rompono con Iran sciita
Riyadh teme di perdere controllo del petrolio con la secessione degli sciiti sauditi
Daesh, strage di sciiti a Baghdad: oltre 70 morti
“Il conflitto tra Iran e Arabia Saudita sarà un duro colpo per gli USA”
Ex generale USA: l'Arabia Saudita e l'Iran potrebbero arrivare alla guerra
Oro nero dietro lo scontro tra Arabia Saudita e Iran, mentre l’America...
Tags:
ISIS, Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Sunniti, Sciiti, Tamer al-Sabhan, Ibrahim al-Jaafari, Arabia Saudita, Iran, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik