Widgets Magazine
22:39 20 Luglio 2019
Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan (foto d'archivio)

Erdogan rivela il motivo della lettera di scuse a Putin

© Sputnik . Mikhail Klimentyev
Politica
URL abbreviato
31165

Le relazioni russo-turche sono molto importanti per la regione, dove Russia e Turchia hanno un ruolo determinante, ha dichiarato Erdogan.

"Tra la Turchia e la Russia è avvenuto l'incidente indesiderato dell'aereo e gli effetti negativi di questo fatto sono durati circa 8 mesi. Poi abbiamo scritto una lettera, proponendo di fermare questa spirale, dal momento che le relazioni tra la Turchia e la Russia sono veramente molto importanti per la regione. Pertanto la rottura tra 2 Stati determinanti della regione e la distanza creatasi non erano una cosa giusta. Occorreva risolvere il problema. Abbiamo inoltre espresso rammarico per questo incidente ed abbiamo ricevuto una risposta positiva", — il presidente turco ha affermato in un'intervista con il canale televisivo TRT.

Commentando il prossimo incontro del 9 agosto a San Pietroburgo con Vladimir Putin, Erdogan ha osservato che la politica estera della Turchia non dovrebbe basarsi sul principio: "Lascia uno e afferra l'altro."

La crisi nei rapporti tra Mosca e Ankara è scoppiata dopo che lo scorso novembre un caccia turco aveva abbattuto in Siria il bombardiere russo Su-24.

Il disgelo è iniziato dopo la lettera di scuse per l'abbattimento da parte di Erdogan a Putin. Inoltre Ankara ha incriminato i presunti assassini dei piloti russi.

Correlati:

I russi raccontano cosa pensano delle scuse di Erdogan
Washington Times: scuse di Erdogan sono la "resa incondizionata" alla Russia e Putin
Le scuse di Erdogan a Putin commentate dai media internazionali
Erdogan chiede scusa alla Russia e Putin per abbattimento aereo in Siria
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Abbattimento caccia russo Su-24, jet abbattuto in Siria, Abbattimento jet russo, Recep Erdogan, Vladimir Putin, Russia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik