13:19 07 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
0 08
Seguici su

I Paesi della UE non saranno in grado di far fronte ad una nuova ondata di migrazione nel caso in cui saltasse l'accordo stipulato con la Turchia, ritiene il ministro per le Politiche Migratorie della Grecia Yannis Muzalas.

Secondo le sue parole riportate dal giornale "Kathimerini", la Grecia e gli altri membri dell'Unione Europea andranno incontro "pesanti prove" in caso di rottura di questo accordo.

"Nessuno Paese della UE è pronto alla "ripetizione del massiccio afflusso di migranti e rifugiati che è toccato sopportare al continente lo scorso anno", — ha detto il politico.

L'Europa sta vivendo la più grave crisi migratoria dai tempi della Seconda Guerra Mondiale, innescata in primo luogo da vari conflitti armati e problemi economici in Medio Oriente e Nord Africa. Secondo l'agenzia europea Frontex, nel 2015 sono arrivato in Europa 1,8 milioni di clandestini.

I leader dei Paesi membri della UE a metà marzo avevano concordato con la Turchia un piano comune per combattere la crisi migratoria. Prevede, tra l'altro, il rimpatrio degli immigrati clandestini che arrivano in Grecia dal territorio turco e lo scambio con i profughi siriani che si trovano in Turchia sulla base del principio "uno per uno".

Nell'ambito di questi accordi a maggio la Commissione Europea ha proposto al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione Europea di eliminare le restrizioni sui visti per i cittadini turchi, se Ankara avesse completato entro giugno le restanti condizioni per l'abolizione dei visti. A sua volta il presidente turco Erdogan ha minacciato di rompere l'accordo migratorio se l'Unione Europea non avesse assicurato ai propri concittadini il regime senza visti.

Correlati:

Merkel paragona l'intesa UE-Turchia con gli accordi di Minsk sul Donbass
Gli europei non credono alla prospettiva di un ingresso della Turchia nell’UE
Cancelliere Austria chiede di bocciare definitivamente ingresso Turchia in UE
Erdogan avverte la UE sull'abolizione dei visti alla Turchia: "facciamo a modo nostro"
Paesi UE trovano una posizione comune sull'accordo con la Turchia
Tags:
Immigrazione, profughi, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Crisi dei migranti, Unione Europea, Yannis Muzalas, UE, Grecia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook