15:35 23 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 24°C
    Donald Trump

    Trump sicuro, i cittadini della Crimea vogliono stare con la Russia

    © REUTERS/ Mike Stone
    Politica
    URL abbreviato
    262078470

    Il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump è convinto che in Crimea vogliano far parte della Russia e questo dato di fatto dovrebbe essere preso in considerazione per decidere lo status della penisola.

    In un'intervista alla ABC, ha confermato che, se eletto presidente, potrebbe prendere in considerazione il riconoscimento della riunificazione della Crimea con la Russia e la revoca delle sanzioni contro Mosca.

    "Per quanto ne so, la gente della Crimea vorrebbe rimanere con la Russia, non dove era prima. Occorre tenerne conto", — ha detto il tycoon.

    Riguardo l'Ucraina, secondo Trump "è nel caos". Inoltre ha sottolineato che è avvenuto durante l'amministrazione Obama e con i suoi forti legami con la NATO.

    "Nonostante questi forti legami con la NATO, l'Ucraina è nel caos. Si sono presi la Crimea. Non date la colpa di questo a Donald Trump", — ha detto il candidato.

    Ha aggiunto che i buoni rapporti con la Russia potrebbero aiutare gli Stati Uniti a sbarazzarsi dello "Stato Islamico".

    "Se riusciremo ad avere buone relazioni con la Russia e se la Russia ci aiuterà a liberarci dell'ISIS, francamente, a mio parere, qui si parla di ingenti somme di denaro e di vite umane, sarebbe qualcosa di positivo, non di negativo," — ha rilevato Trump.

    Nel corso dell'ultima settimana Trump aveva già dichiarato che se fosse stato eletto presidente avrebbe preso in considerazione la questione della riunificazione della Crimea con la Russia. Al Dipartimento di Stato considerano queste parole come retorica della campagna elettorale.

    Correlati:

    Hillary Clinton promette di difendere l'America dalla minaccia russa e da Trump
    “Trump viene demonizzato perchè cerca di evitare il confronto con la Russia”
    Erdogan sgretolerà la NATO? Meglio sperare in Trump
    USA, Trump: paesi NATO rispettino gli impegni, altrimenti niente difesa
    Usa, Trump: non necessaria costante presenza militare all’estero
    Tags:
    Terrorismo, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Daesh, NATO, Donald Trump, Barack Obama, Crimea, Ucraina, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik