00:40 11 Dicembre 2018
Recep Tayyip Erdogan (foto d'archivio)

Turchia, Erdogan accusa generale USA di sostegno ai golpisti

Turkish Presidential Press Office
Politica
URL abbreviato
22264

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha criticato le dichiarazioni del generale in capo del Comando Centrale delle Forze Armate degli Stati Uniti Joseph Votel in merito all'arresto dei militari turchi dopo il fallito colpo di stato.

Votel in precedenza aveva espresso preoccupazioni per il fatto che molti militari turchi che avevano lavorato con la parte americana sono stati messi dietro le sbarre.

"Tutto il mondo vede che stiamo dalla parte della democrazia. Ma qualcuno si preoccupa di coloro che si trovano dietro le sbarre. Un importante generale delle forze armate degli Stati Uniti dice che sono stati imprigionati i militari con cui si trovava in contatto. Non è affar tuo, chi sei?" — ha detto Erdogan intervenendo in una città alla periferia di Ankara.

Ha rimproverato il generale americano di "essere vicino ai cospiratori", mentre allo stesso tempo nel suo Paese vive il "capo dei ribelli" (Fethullah Gülen, accusato dal governo turco di essere la mente del tentato golpe — ndr).

"La nostra gente vede tutto. Quelli che rilasciano affermazioni simili si rivelano," — ha concluso il presidente della Turchia.

Correlati:

Turchia deve spiegare abbattimento Su-24 in Siria anche se rovinerà rapporti con NATO-USA
Ankara: “posizione USA su estradizione Gülen deciderà futuro relazioni con Turchia”
Diplomazia USA: NATO vigile sugli eventi in Turchia
“USA hanno perso la fiducia nella Turchia come alleato affidabile”
Kerry smentisce categoricamente il coinvolgimento degli USA negli eventi in Turchia
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Colpo di stato in Turchia, Esercito, esercito USA, Joseph Votel, Recep Erdogan, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik