02:51 19 Ottobre 2018
Tank T-72

America Latina, Mosca: non vogliamo rompere stabilità della regione

© Foto: Youtube/ Ria Novosti
Politica
URL abbreviato
1160

Nel mese di agosto 2015, i funzionari del Nicaragua hanno annunciato l’intenzione di acquistare carri armati russi T-72, sollevando le preoccupazioni delle autorità costaricane secondo cui la mossa potrebbe comportare una militarizzazione della regione.

Mosca non è interessata a rompere la stabilità e l'equilibrio militare nella regione dell'America Latina. Lo ha detto il direttore del Dipartimento di America Latina del ministero degli Esteri russo Alexander Schetinin.

Nel mese di agosto 2015, i funzionari del Nicaragua hanno annunciato l'intenzione di acquistare carri armati russi T-72, sollevando le preoccupazioni delle autorità costaricane secondo cui la mossa potrebbe comportare una militarizzazione della regione.

"La Russia persegue una politica responsabile in America Latina, che si concentra sul mantenimento di buoni rapporti costruttivi e di cooperazione reciprocamente vantaggiosa con tutti gli Stati della regione. Apprezziamo l'America Latina come un continente di pace e stabilità. Non siamo interessati a una rottura della stabilità e dell'equilibrio del potere regionale esistente, anche nel settore militare", ha detto Schetinin, aggiungendo che Mosca non è stata coinvolta nella cosiddetta corsa agli armamenti in America centrale e questa posizione era nell'interesse sia di Mosca che degli stati regionali.

Secondo Schetinin, la disinformazione sulla presunta minaccia russa in America centrale è legata alle prossime elezioni in Nicaragua.

Correlati:

Offensiva neo liberista in America Latina
Rostec: Myanmar, paesi America Latina e Nord Africa interessati allo Yak-130
Fernando Lugo: “L’America Latina è la ribellione all’Impero”
Tags:
Minaccia russa, Carro armato T-72, Alexander Schetinin, Costa Rica, Nicaragua, America Latina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik