17:49 17 Luglio 2018
Barack Obama

Amministrazione Obama può proporre a Russia proroga accordo su riduzione armi strategiche

© AP Photo / Susan Walsh
Politica
URL abbreviato
618

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama vaglia la possibilità di proporre alla Russia la proroga per 5 anni dell'accordo sulle misure per l'ulteriore riduzione e limitazione delle armi strategiche offensive (START-3), riporta il “Washington Post” riferendosi ad anonimi funzionari statunitensi.

Come osserva giornale, Washington vuole assicurarsi che l'accordo, pensato per una durata massima di 10 anni, continui a restare in vigore quando Obama lascerà la presidenza.

Inoltre l'amministrazione Obama sta prendendo in considerazione nel nucleare una serie di altre iniziative, che il presidente potrebbe approvare negli ultimi 6 mesi del suo mandato.

In particolare, secondo il Washington Post, Obama ha intenzione di annunciare la politica del "no first use" relativamente all'arsenale nucleare e di proporre l'adozione di una risoluzione al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che sancisca il divieto ai test delle armi nucleari.

Gli interlocutori del giornale hanno chiarito che nessun progetto è ancora stato approvato ufficialmente.

Commentando l'articolo del "Washington Post", il presidente della commissione Difesa e Sicurezza del Consiglio della Federazione Viktor Ozerov ha affermato che difficilmente Mosca accetterà di estendere START-3, a meno che nel testo del documento non verranno considerate le preoccupazioni della Russia sul dispiegamento della difesa missilistica degli Stati Uniti in Europa.

L'accordo tra la Russia e gli Stati Uniti è stato firmato nell'aprile 2010 a Praga.

Entrato in vigore il 5 febbraio 2011, il trattato obbliga la Russia e gli Stati Uniti a ridurre e limitare il numero di armi strategiche offensive.

A Mosca hanno fatto sapere più di una volta di rispettare rigorosamente l'accordo. Recentemente le autorità russe non hanno escluso la possibilità di ritirarsi dal trattato a seguito del dispiegamento del sistema di difesa missilistica degli Stati Uniti in Europa orientale.

Correlati:

Mosca avverte la NATO: ignora conseguenze realizzazione difesa anti-missile
“Le azioni della NATO ai confini della Russia sono un teatro dell'assurdo”
Sul confine con la Russia la NATO gioca alla terza guerra mondiale
La NATO può schierare soldati a 100 chilometri da Kaliningrad
Russia sta creando sistema di difesa dai missili ipersonici
Putin: Russia costretta a rafforzare capacità di difesa con retorica aggressiva NATO
Tags:
Difesa antimissile, Difesa, Geopolitica, Sicurezza, armi nucleari, Barack Obama, Europa orientale, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik