12:03 21 Giugno 2018
Donald Tusk, presidente del Consiglio d'Europa

Brexit, Tusk: Momento politicamente drammatico

© AP Photo / Geert Vanden Wijngaert
Politica
URL abbreviato
1643

Il presidente del Consiglio Ue commenta il risultato del referendum che ha sancito l'uscita dell'Uk dall'Unione europea: “quel che non ci uccide ci rende più forti”. Da Francia e Olanda: ora referendum anche da noi.

La notizia della vittoria del fronte Leave al referendum sulla Brexit sta provocando in queste ore un profluvio di reazioni politiche per certi versi senza precedenti. Per la prima volta dalla nascita dell'Unione Europea infatti, un voto popolare sancisce la volontà di separazione dall'impianto comunitario. Inevitabili dunque le parole di sostegno a quanto accaduto, da parte dei leader euroscettici e, simmetricamente, le reazioni preoccupate degli europeisti più convinti.

"Non nascondo che volevamo un risultato diverso. Sono pienamente cosciente di quanto grave e anche drammatico sia questo momento politicamente"

Così Donald Tusk, presidente del Consiglio Ue in una breve dichiarazione rilasciata da Bruxelles, in cui ha ammesso l'impossibilità, allo stato attuale, di prevedere gli sviluppi e le conseguenze politiche. Un'impasse che, a parere del ministro tedesco dell'Economia Wolfgang Schaeuble richiede la massima coesione:

"L'Europa — ha commentato a caldo — adesso dovrà rimanere unita".

Di opposto parere i leader dei movimenti euroscettici. Dalla Francia e dall'Olanda, alla diffusione dei risultati, Marine Le Pen e Gert Wilders hanno dichiarato la loro volontà di mobilitazione per un referendum simile a quello tenutosi in Uk per chiedere l'uscita dall'Ue. "Vittoria della libertà" è il tweet di Marine Le Pen, leader del Front National francese.

"Come da anni chiedo — ha affermato Le Pen — ora serve lo stesso referendum in Francia e nei Paesi dell'Ue".

Sulla stessa linea anche il leader olandese Wilders:

"Hurrah per i britannici. Ora è il nostro turno. E' tempo per un referendum olandese".

Dall'Italia, uno dei Paesi fondatori della Ue, dove il governo si è riunito in una seduta straordinaria senza rilasciare al momento alcuna dichiarazione ufficiale, è stato il leader leghista a commentare subito l'esito del referendum.

"Evviva il coraggio dei liberi cittadini — ha scritto Salvini su Twitter — Cuore, testa e orgoglio battono bugie, minacce e ricatti. Grazie Uk, ora tocca a noi. #Brexit". 

Correlati:

Contro la Brexit l’UE ha giocato bastoni, denari e... spade
"La Brexit non avrà conseguenze per l'economia russa"
Prima vittima della Brexit: il premier Cameron si dimette
Bye Bye UE, i britannici scelgono la Brexit
Tags:
Brexit, Consiglio Europeo, Front National, Matteo Salvini, Wolfgang Schaeuble, Marine Le Pen, Donald Tusk, UE, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik