02:56 19 Ottobre 2018
Giornali nel chiosco

Le prime pagine italiane del 23 giugno

© Fotolia / Elis Lasop
Politica
URL abbreviato
0 0 0

Il referendum sulla Brexit è l'argomento principale su quasi tutte le testate in edicola, con titoli che enfatizzano l'importanza del voto, legandolo al futuro dell'intera Europa. Sul fronte interno, spazio ad una sentenza della Cassazione sulla stepchild adoption destinata a riaprire il dibattito politico sul tema.

"Europa, è il giorno più lungo" è il titolo di apertura de La Stampa, che sottolinea nell'occhiello "il fiato sospeso" con cui l'Unione attende l'esito del referendum sulla Brexit. A centro pagina "Adozioni, strappo della Cassazione: sì a due mamme".

"L'Europa: se Londra esce non si tratta" è il titolo principale del Corriere della Sera, che riporta il pensiero del presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker sul referendum britannico. In taglio centrale "Schazer e il doping, ritorno all'inferno".

Mario Draghi
© AFP 2018 / Daniel Roland
Anche per la Repubblica, come per altre testate, il titolo di oggi richiama l'espressione coniata da Ryan nel suo romanzo sullo sbarco in Normandia, con "Il giorno più lungo d'Europa". Di spalla le notizie sportive dagli Europei di calcio: "L'Italia bis va a vuoto, l'Irlanda segna, ma Conte da la carica per la Spagna".

Anche per Il Sole 24 Ore quello di oggi è "il giorno più lungo d'Europa", mentre a centro pagina il foglio economico italiano riporta la decisione di Francoforte sulla Grecia: "Bce torna ad accettare bond greci".

Brexit poi in primo piano anche su altri giornali. E' il caso de il Manifesto, che titola "Essere o non essere" e de l'Unità, che parafrasando il celebre appello della corona nel corso della Seconda Guerra titola "Keep calm and Remain".

Politica interna in primo piano sui giornali di area centrodestra, che vanno all'attacco del governo e del nuovo sindaco di Roma: Se per il Giornale la scelta è "I pm già addosso alla Raggi", per Libero "nel Pd volano schiaffoni" ed il titolo di apertura è "La vendetta dei rottami", con riferimento alle critiche al governo ed al partito espresse da Romano Prodi, Massimo D'Alema e Pierluigi Bersani".    

Correlati:

Cameron contro i pro-Brexit: Alimentano intolleranza
Brexit, export italiano a rischio per 1,7 miliardi di euro
Brexit libererà tutti: altri tre paesi pronti a uscire dalla UE
Tags:
Brexit
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik