01:21 27 Maggio 2018
Roma+ 19°C
Mosca+ 13°C
    Donald Trump

    Usa, voleva uccidere Trump: arrestato durante comizio

    © REUTERS / Joe Skipper
    Politica
    URL abbreviato
    140

    Un giovane viene fermato nel corso di un incontro elettorale dopo aver tentato di sfilare un'arma ad un agente di polizia. Trump intanto licenzia il capo dello staff della sua campagna elettorale.

    E' stato arrestato Michael Stevens Sandford, il 19enne cittadino britannico che ieri ha cercato di sfilare una pistola ad un agente di polizia per poi cercare di uccidere Donald Trump, che stava tenendo un comizio elettorale a Las Vegas. E' stato lo stesso giovane a confessare le sue intenzioni una volta fermato dalla polizia.

    "E' il modo più semplice per sparare a Trump".

    Queste le parole del giovane, secondo quanto riferito dai media Usa che hanno dato la notizia. Il sito Politico ha fornito ulteriori dettagli sulle intenzioni dell'uomo, riferendo che avrebbe guidato dalla California al Nevada e, prima di raggiungere il comizio, si sarebbe fermato a sparare ad un poligono di tiro. Il giovane britannico inoltre, si troverebbe i Usa illegalmente, essendo disoccupato e senza fissa dimora.

    "E' autistico — ha detto il legale d'ufficio assegnatogli — ed ha tentato il suicidio".

    Intanto il tycoon repubblicano mischia le carte della sua campagna, silurando il responsabile del suo staff, Corey Lewandowsky, accusato dall'ambiente di Trump di essere troppo aggressivo per una campagna presidenziale.

    "Non lavorerà più con noi — ha detto la portavoce dello staff del candidato repubblicano — La campagna è grata a Corey per il suo duro lavoro e per la sua dedizione e gli auguriamo il meglio per il suo futuro". 

    Correlati:

    Diplomatico russo apprezza l'invito di Trump a Putin
    Tags:
    Comizio, Donald Trump, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik