12:13 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Victoria Nuland

    Nuland: USA disponibili ad inasprire le sanzioni contro la Russia

    © AFP 2017/ Yuriy Kirnichny
    Politica
    URL abbreviato
    42236

    Nel corso di un'audizione nella commissione Esteri del Senato, l'assistente del segretario di Stato per gli affari europei ed eurasiatici Victoria Nuland ha dichiarato che hanno effetto le sanzioni contro la Russia per il mancato adempimento degli accordi di Minsk sulla normalizzazione del conflitto in Ucraina orientale.

    "Queste sanzioni, in combinazione con i prezzi del petrolio bassi e le debolezze strutturali hanno generato notevoli costi in Russia. Finchè Mosca non cambia il suo approccio verso l'Ucraina, la nostra volontà di rafforzare ulteriormente le sanzioni probabilmente ha un ruolo dissuasivo verso gli ulteriori sforzi della Russia per conquistare nuovi territori in Ucraina", — l'ufficio stampa dell'Ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina riporta le parole della Nuland.

    La Nuland ha osservato che gli Stati Uniti continuano a lavorare con i Paesi europei per prolungare le sanzioni della UE in scadenza alla fine di giugno. Inoltre gli Stati Uniti sostengono la Francia e la Germania, che insistono sulla necessità di garantire la piena attuazione degli accordi di Minsk.

    Correlati:

    La Baviera investe in Russia aggirando le sanzioni UE
    Lavrov: per la Russia è irrilevante sapere quando verranno cancellate le sanzioni
    Prorogare le sanzioni alla Russia sarebbe danneggiare l’economia globale
    Lavrov: sanzioni non costringeranno la Russia a rinunciare agli interessi nazionali
    USA pronti a discutere con la UE sanzioni supplementari contro la Russia
    USA: revocare le sanzioni alla Russia solo se la Crimea torna all’Ucraina
    “UE teme ritorsioni degli USA per la cancellazione delle sanzioni contro la Russia”
    Tags:
    Accordi di Minsk, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Senato degli USA, Victoria Nuland, Donbass, Russia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik