12:13 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Petr Poroshenko e Anders Fogh Rasmussen

    Ex segretario NATO Rasmussen invita Poroshenko a non aver fretta sulla Crimea

    © AFP 2017/ LEON NEAL
    Politica
    URL abbreviato
    29424

    La restituzione della Crimea non deve essere una priorità urgente dell'Ucraina, tuttavia deve rimanere all'ordine del giorno, ha dichiarato a RIA Novosti Anders Fogh Rasmussen, consigliere del presidente ucraino Poroshenko ed ex segretario generale della NATO.

    "Naturalmente nel lungo periodo è l'obiettivo di tutti i Paesi occidentali. Come non abbiamo mai riconosciuto l'annessione illegale da parte dell'Unione Sovietica dei tre Paesi Baltici — Estonia, Lettonia e Lituania — non potremo mai riconoscere l'annessione illegale della Crimea alla Russia. Tuttavia consiglierò di non renderlo una priorità urgente. E' una questione che continuerà ad esistere, ma ora occorre concentrarsi su altri problemi: sulle riforme e sulla piena attuazione di Minsk-2", — ha detto Rasmussen.

    Il decreto sulla nomina a consigliere della presidenza ucraina dell'ex segretario generale della NATO è stato firmato da Petr Poroshenko il 27 maggio.

    La Crimea e Sebastopoli sono diventate parte della Russia a seguito di un referendum svoltosi nel marzo 2014. Per la riunificazione con la Russia ha votato rispettivamente il 96,77% e il 95,6% degli elettori in Crimea e Sebastopoli. L'Ucraina considera ancora sua la Crimea, definendola un territorio temporaneamente occupato.

    Correlati:

    Rasmussen consiglia a Kiev come convincere Occidente a prolungare sanzioni contro Russia
    “La Crimea ancora una volta ha mandato a quel paese Kiev”
    Tags:
    Petro Poroshenko, politica interna, Politica Internazionale, Occidente, Anders Fogh Rasmussen, Crimea, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik