19:26 23 Luglio 2018
Sede del ministero degli Esteri della Russia

Mosca: la Turchia non ha alcun diritto di condurre operazioni di terra in Siria

© Sputnik . Maksim Blinov
Politica
URL abbreviato
9341

La Turchia non ha motivi per effettuare operazioni di terra in Siria: non hanno il permesso delle autorità legittime e non hanno il mandato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Mikhail Bogdanov.

"Su quali basi? Deve ottenere il mandato internazionale tramite una decisione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, oppure è necessario negoziare con le autorità legittime. Non hanno motivi, si tratta di un'ingerenza negli affari di uno Stato sovrano", — RIA Novosti riporta le sue parole.

Ha inoltre commentato le parole del presidente turco Tayyip Erdogan, secondo cui la Russia avrebbe fornito armi e missili anti-aerei al movimento illegale in Turchia del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK).

"Che ci mostrino le prove", — ha detto Bogdanov.

In precedenza il PKK aveva negato le dichiarazioni del presidente turco Tayyip Erdogan sul ricevimento di armi dalla Russia, sostenendo che i principali canali di approvvigionamento di armi sono il mercato nero del Medio Oriente, così come i trofei di guerra dopo gli scontri con l'esercito turco.

Inoltre è stato riferito che la Turchia ha proposto agli Stati Uniti "di unire le forze" per effettuare operazioni speciali in Siria, a condizione che non prendano parte i curdi.

Correlati:

Erdogan ha accusato la Russia di fornire armi ai curdi
Fermato il contrabbando di petrolio tra Siria e Turchia
Siria, deputato invita i curdi a cooperare con forze Damasco e Russia
Russia insiste sulla chiusura del confine tra Siria e Turchia
Tags:
Curdi, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, PKK, Il Ministero degli Esteri della Russia, Mikhail Bogdanov, Medio Oriente, Siria, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik