07:00 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Bandiere di Russia e UE

    Ungheria dice no al prolungamento automatico delle sanzioni UE contro la Russia

    © Sputnik. Vladimir Sergeev
    Politica
    URL abbreviato
    9470

    L'Ungheria si oppone alla decisione automatica di estendere le sanzioni contro la Russia, ha dichiarato il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjártó.

    "Abbiamo parlato della questione delle sanzioni, l'Ungheria è interessata affinchè gli accordi di Minsk vengano al più presto implementati. Sicuramente non accetteremo che la decisione venga presa a "scatola chiusa", ovvero non accetteremo l'utilizzo di procedure automatiche. Vogliamo una discussione ad un livello politico superiore", — ha detto Szijjártó dopo i colloqui con il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov.

    Le sanzioni della UE scadranno il 31 luglio. La questione dell'estensione delle sanzioni sarà discussa al vertice di Bruxelles tra il 28 e 29 giugno.

    In precedenza era stato riferito che cinque Paesi europei — Ungheria, Cipro, Grecia, Italia e Slovacchia — hanno intenzione di intervenire a sostegno dell'alleggerimento delle sanzioni. Una fonte di RIA Novosti nella diplomazia europea non ha escluso che possano bloccare il prolungamento delle misure restrittive contro Mosca.

    Correlati:

    USA pronti a discutere con la UE sanzioni supplementari contro la Russia
    Il costo per l'Occidente delle sanzioni di risposta della Russia supera i 9 miliardi $
    Mogherini: la proroga delle sanzioni non è all’ordine del giorno dell’UE
    “UE teme ritorsioni degli USA per la cancellazione delle sanzioni contro la Russia”
    “Sanzioni dell'Occidente contro Russia dimostrano impotenza di influenzare Kiev”
    Tags:
    Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Unione Europea, Sergej Lavrov, Péter Szijjártó, UE, Ungheria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik