03:59 18 Dicembre 2017
Roma+ 5°C
Mosca+ 1°C
    Sergey Lavrov

    Lavrov: sanzioni non costringeranno la Russia a rinunciare agli interessi nazionali

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Politica
    URL abbreviato
    5251

    I tentativi di pressione sulla Russia tramite l'imposizione di sanzioni unilaterali non costringeranno Mosca a sacrificare gli interessi nazionali, ha dichiarato il ministro degli Esteri Sergey Lavrov.

    "E' scontato che i tentativi di fare pressione sulla Russia tramite sanzioni unilaterali non ci costringeranno a rinunciare alle nostre linee guida", — ha affermato in un'intervista al quotidiano ungherese "Magyar Nemzet".

    L'embargo alimentare, che è stata una risposta alle azioni dell'Occidente, è stata una mossa bilanciata che ha preso in considerazione i diritti e gli obblighi della Russia derivanti dai trattati internazionali, ha chiarito Lavrov.

    Il capo della diplomazia russa ha ancora una volta sottolineato che Mosca non ha discusso e non intende negoziare i criteri per la cancellazione delle misure restrittive.

    "Questa domanda dovrebbe essere fatta a chi ha avviato la spirale delle sanzioni," — ha dichiarato il ministro.

    Allo stesso tempo Sergey Lavrov ha aggiunto che Mosca crede nella possibilità di superare le negatività nei rapporti con l'Unione Europea.

    Secondo il ministro, le parti sono "molto legate da aspetti geografici, storici, economici e relazioni umane."

    Le sanzioni dell'Unione Europea scadranno il prossimo 31 luglio. La questione della loro proroga sarà presa in considerazione al vertice del 28 e 29 giugno a Bruxelles.

    Correlati:

    Il costo per l'Occidente delle sanzioni di risposta della Russia supera i 9 miliardi $
    USA pronti a discutere con la UE sanzioni supplementari contro la Russia
    “UE teme ritorsioni degli USA per la cancellazione delle sanzioni contro la Russia”
    “Sanzioni dell'Occidente contro Russia dimostrano impotenza di influenzare Kiev”
    Il Veneto dice no alle sanzioni contro la Russia e critica politica UE su Crimea
    Tags:
    Occidente, sanzioni antirusse, Politica Internazionale, Geopolitica, Diplomazia Internazionale, Unione Europea, Sergej Lavrov, UE, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik