20:59 23 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Il capo di Stato ha incontrato i leader dei partiti socialista, radicale e democratico. In bilico rimane la formazione del nuovo esecutivo in sospeso nonostante lo svolgimento di due tornate elettorali nelle scorse settimane.

La denuncia di presunti brogli elettorali da parte dell'opposizione al governo di Vucic ha portato a questa situazione di incertezza. Sono riprese oggi le consultazioni condotte dal Presidente della Repubblica serba, Tomislav Nikolic, per la formazione di un nuovo governo, dopo che si erano chiuse le urne, lo scorso 24 aprile, con la sostanziale vittoria del fronte progressista, guidato dal partito del primo ministro Aleksandar Vucic.

Oggi il capo di Stato del Paese balcanico ha incontrato i rappresentanti soprattutto dei cosiddetti "outsider", ovvero quei soggetti politici che non sedevano prima delle consultazioni tra i banchi dell'emiciclo di Belgrado: partito radicale, partito democratico e gli esponenti socialisti.

Fondamentale sarà capire su quali numeri potrà contare il leader progressista Vucic. La ferita con le opposizioni si è consumata proprio all'indomani delle elezioni del 24 aprile. Allora furono denunciati presunti illeciti compiuti nelle operazioni di scrutinio in 15 seggi. Per questo motivo, in quelle sezioni, il voto è stato ripetuto lo scorso 4 maggio sancendo di nuovo la vittoria della coalizione del premier serbo. Con una novità: l'ingresso nel Parlamento di sette formazioni. I democratici ma soprattutto gli ultranazionalisti del partito radicale, vicini al discusso leader nazionalista Vojislav Seselj.

Correlati:

Serbia, al via le consultazioni per nuovo governo
Elezioni Serbia, la vittoria di Vucic
Tags:
incontro con presidente della Serbia, Alexander Vucic, Tomislav Nikolic, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook