05:06 18 Gennaio 2018
Roma+ 2°C
Mosca-9°C
    Luca Zaia, presidente della regione Veneto (foto d'archivio)

    Il Veneto dice no alle sanzioni contro la Russia e critica politica UE su Crimea

    © flickr.com
    Politica
    URL abbreviato
    20610

    Oggi il consiglio regionale del Veneto ha adottato una risoluzione, che esorta il governo centrale a condannare la politica della UE sulla Crimea e chiedere la revoca delle sanzioni contro la Russia.

    La mozione è stata votata da 27 dei 51 membri del consiglio regionale, 9 hanno votato contro, mentre 1 si è astenuto.

    Secondo il testo del documento, il presidente del consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti e il governatore della regione Luca Zaia hanno il mandato per lavorare attivamente con il governo e il Parlamento nazionale e le istituzioni dell'Unione Europea per rivedere le relazioni tra la UE e la Russia, nonché promuovere l'istituzione di un comitato per raccogliere le firme per l'abolizione delle sanzioni contro Mosca.

    Inoltre il consiglio regionale del Veneto ha invitato il governo italiano a "criticare la politica estera della UE nei riguardi della Crimea, ritenuta discriminatoria e ingiusta in relazione ai principi del diritto internazionale, chiedendo di riconoscere la volontà espressa dal Parlamento e dal popolo della Crimea nel referendum" e allo stesso modo "chiedere la rimozione immediata delle inutili sanzioni contro la Russia, che hanno gravi conseguenze per l'economia del Veneto".

    Correlati:

    Russia, Zakharova commenta la risoluzione in Veneto contro sanzioni
    Il Veneto vota mozione per riconoscimento Crimea in Russia e rimozione sanzioni
    Zaia: “Veneto farà un ricorso in sede europea e nazionale per eliminare le sanzioni”
    L'Italia che aggira le sanzioni produce in Crimea e vende in Russia
    Kiev protesta contro l'Italia per una cartina con la “Crimea russa” all'EXPO di Milano
    Tags:
    politica interna, Politica Internazionale, sanzioni antirusse, governo, Lega Nord, Unione Europea, Luca Zaia, UE, Russia, Crimea, Italia, Veneto
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik