06:07 22 Settembre 2018
Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi

Al-Sisi a Netanyahu: Pronti a mediare in Medio Oriente

© REUTERS / Tiksa Negeri
Politica
URL abbreviato
152

Il presidente egiziano per un ruolo di mediazione del Cairo nel conflitto israelo-palestinese. Il premier israeliano accoglie “con favore”.

Contrariamente a quanto affermato sui negoziati di pace promossi a Parigi dopo aver ricevuto il capo della diplomazia francese Jean-Marc Ayrault a Gerusalemme, Benjamin Netanyhau ha accolto con favore l'offerta proveniente dal Cairo, con la proposta di un ruolo di mediazione per l'Egitto nel conflitto israelo-palestinese.

"L'Egitto è pronto a svolgere un ruolo tra palestinesi e israeliani per trovare la possibilità di risolvere questo problema che è durato fin troppo".

Così il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi nel corso di un discorso pubblico tenuto oggi nella città di Assiut. Al-Sisi ha parlato di una "pace reale" in grado di garantire sicurezza e stabilità tra israeliani e palestinesi "se c'è l'accettazione vera degli sforzi arabi e internazionali", basata anche sulla pacificazione delle diverse fazioni palestinesi.

"Se tutti noi insieme — ha concluso il presidente egiziano — con uno sforzo e con volontà e dedizione autentiche, troviamo una soluzione a questa questione e diamo speranza ai palestinesi e sicurezza agli israeliani, allora vi dico che scriveremo una nuova pagina".

Poche ore dopo le dichiarazioni provenienti dall'Egitto, la reazione del premier israeliano.

"Israele è disposto a partecipare assieme all'Egitto e ad altri Paesi arabi — ha detto Netanyahu — per portare avanti il processo diplomatico e la stabilità nella regione".

Il primo ministro israeliano ha detto di aver apprezzato l'operato di al-Sisi, dicendosi "incoraggiato" dalla leadership da lui mostrata in una questione di questa importanza. Apprezzamento anche da parte palestinese, con l'appoggio manifestato dal portavoce di Fatah, organizzazione del presidente Abu Mazen, al progetto del presidente egiziano di riunificazione delle fazioni palestinesi "per il completamento del progetto di unità nazionale". 

Correlati:

Telefonata tra i ministri degli Esteri di Russia e Iran sulla situazione in Medio Oriente
I nipoti dello Zio Sam fanno i capricci in Medio Oriente
Trump cerca appoggio in Netanyahu: “Presto andrò in Israele”
Il nuovo asse Israele Turchia Arabia Saudita
Siria, Egitto parteciperà a riunione Gruppo sostegno Internazionale a Vienna il 17 maggio
Tripoli contro al-Sisi: Non interferisca in Libia
Tags:
mediatore, Cooperazione, Jean-Marc Ayrault, Abdel Fattah al-Sisi, Benjamin Netanyahu, Medio Oriente, Israele, Egitto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik