04:03 26 Settembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 11°C
    Candele e fotografie in memoria degli armeni uccisi nei massacri nel 1915 nell'Impero Ottomano

    Germania, al Bundestag mozione per riconoscere genocidio armeni in Turchia

    © REUTERS/ Murad Sezer
    Politica
    URL abbreviato
    4658210

    Nel Bundestag, il Parlamento tedesco, è stata introdotta una risoluzione che chiede di riconoscere il genocidio della popolazione armena nell'Impero Ottomano. Lo riporta il giornale "Bild am Sonntag".

    Il documento si chiama "Memoria delle vittime del genocidio degli armeni e delle altre minoranze cristiane nell'Impero Ottomano 101 anni fa." La mozione è stata presentata in una sessione parlamentare dai deputati del partito dei "Verdi", del "Partito Socialdemocratico di Germania" (SPD) e da altri gruppi.

    Come affermato dal leader dei Verdi Cem Özdemir, uno degli autori della mozione, "è possibile che possano sorgere dei problemi nei rapporti con Ankara. Ma il Bundestag non si presterà ai ricatti di un despota come Erdogan".

    "I documenti del ministero degli Esteri sulle uccisioni di massa degli armeni parlano da soli. Dopo la nostra decisione per la Turchia sarà molto più difficile negare il genocidio ancora a lungo," — ha aggiunto Özdemir.

    A sua volta il capogruppo dei socialdemocratici tedeschi Thomas Opperman ha detto: "La Germania ha una particolare responsabilità storica in qualità di ex alleato dell'Impero Ottomano. E' una questione del tutto indipendente dal dibattito politico sulla crisi migratoria. Sono contrario all'obbedienza nei rapporti con Erdogan."

    Nel Bundestag il voto sulla risoluzione è previsto per il prossimo 2 giugno.

    Ad aprile dello scorso anno il Bundestag aveva approvato a larga maggioranza una risoluzione in cui le uccisioni di massa degli armeni nell'Impero Ottomano venivano equiparate ad un genocidio.

    Il genocidio armeno è l'annientamento sistematico della comunità armena nell'impero Ottomano avvenuto durante e dopo la Prima Guerra Mondiale. Secondo varie fonti, a seguito delle azioni delle autorità turche sono rimasti uccisi da 800mila a 1,5 milioni di armeni.

    La Turchia nega il nesso di questi fatti con la definizione di genocidio. Secondo la posizione ufficiale di Ankara, non era voluto lo sterminio degli armeni.

    Il genocidio armeno ufficialmente è stato riconosciuto da molti Paesi, compresa la Russia. In alcuni Paesi (Francia, Svizzera, ed altri) la negazione del genocidio armeno è un reato penale.

    Correlati:

    Giornata della memoria del genocidio armeno
    Dopo Putin e Obama la Turchia condanna le parole di Hollande per il genocidio armeno
    Il “genocidio armeno” apre la crisi diplomatica tra Vaticano e Turchia
    Tags:
    genocidio armeno, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Bundestag, Recep Erdogan, Germania, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik