02:09 26 Settembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 11°C
    Petr Poroshenko

    Poroshenko esorta il G7 a prolungare le sanzioni contro la Russia

    © Sputnik. Mikhail Palinchak
    Politica
    URL abbreviato
    14633119

    Nel corso di un incontro con gli ambasciatori dei Paesi del G7, il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko ha chiesto di estendere le sanzioni contro la Russia per la sua riluttanza e incapacità di implementare gli accordi di Minsk, riporta il sito web del capo di Stato ucraino.

    "Agli ambasciatori del G7 sono stati presentati fatti esaustivi delle violazioni della Russia, della presenza di truppe russe nel Donbass occupato e del continuo invio di soldati ed armi nei territori occupati," — si legge nel comunicato.

    Inoltre Poroshenko ha sottolineato che le sanzioni dovrebbero persuadere la Russia a rispettare gli accordi Minsk. Ha osservato la necessità di organizzare una missione armata di polizia dell'OSCE nel Donbass ed ha esortato i diplomatici del G7 a sostenere questa iniziativa.

    La Russia ha più volte dichiarato di non essere coinvolta negli eventi nel sud-est dell'Ucraina e di non essere una parte del conflitto interno ucraino. Inoltre ha ribadito più di una volta di essere interessata affinchè l'Ucraina superi la crisi politica ed economica.

    Correlati:

    Il Veneto vota mozione per riconoscimento Crimea in Russia e rimozione sanzioni
    Poroshenko: via dalle carte geografiche dell'Ucraina i nomi russi e sovietici
    Poroshenko insiste: forze armate di Kiev hanno fermato il più grande esercito in Europa
    Pressioni di Poroshenko sulla UE per rafforzare le sanzioni contro la Russia
    Poroshenko chiede di appesantire le sanzioni contro la Russia
    “UE teme ritorsioni degli USA per la cancellazione delle sanzioni contro la Russia”
    “Sanzioni dell'Occidente contro Russia dimostrano impotenza di influenzare Kiev”
    Tags:
    Accordi di Minsk, sanzioni antirusse, Politica Internazionale, Occidente, Diplomazia Internazionale, G7, Petr Poroshenko, Donbass, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik