00:21 02 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
734
Seguici su

In attesa di una sempre più probabile nomination repubblicana per la corsa alla Casa Bianca, iniziano le manovre del magnate miliardario per avvicinare potenziali alleati.

Pieno sostegno ad Israele. E' questo il messaggio forte e chiaro che Donald Trump ha voluto mandare ieri al premier Benjamin Netanyahu dalle colonne del quotidiano Israel ha-Yom, considerato vicino al primo ministro israeliano, non senza rinunciare all'ennesimo attacco frontale al presidente uscente Barack Obama.

"Le minacce su Israele sono più elevate che mai a causa del comportamento di Obama verso l'Iran e per l'accordo sul nucleare. Il popolo in Israele soffre molto a causa di Obama".

Così Trump che cerca di riunire attorno a sé la base del partito repubblicano, da sempre sensibile al rapporto con Israele, alla vigilia dell'ultimo mese di campagna elettorale per le primarie ed in attesa della convention di Cleveland che dovrebbe incoronarlo sfidante di Hillary Clinton per la Casa Bianca.

"Il mio sostegno ad Israele — ha detto ancora il tycoon — è fermo e molto stabile. Noi difendiamo Israele, riceverà i nostri aiuti". 

Correlati:

Brexit, Trump, Le Pen. Verso il crollo del mondo unipolare?
Rock star Ozzy Osbourne vede in Trump "il nuovo Hitler"
Primarie Usa, Trump vince in Indiana e Cruz si ritira
Primarie Usa, i sondaggi dicono Trump-Clinton
Tags:
Donald Trump, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook