Widgets Magazine
00:48 21 Settembre 2019
Petr Poroshenko

Poroshenko riscrive la storia: senza Ucraina nessuna vittoria sul nazismo

© AFP 2019 / Genya Savilov
Politica
URL abbreviato
70423
Seguici su

In un incontro con i veterani a Kiev, il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko ha sostenuto che senza l'intervento dei militari ucraini non ci sarebbe stato nessun trionfo sul nazismo nella Seconda Guerra Mondiale.

"Sullo sfondo di fatti storici indiscutibili come si può avere la sfacciataggine di dichiarare che la Russia abbia vinto la guerra senza l'Ucraina. Non avrebbero vinto la guerra senza gli ucraini," — l'ufficio stampa della presidenza ucraina riporta le parole di Poroshenko.

Allo stesso tempo il presidente ucraino non ha specificato esattamente chi a suo avviso abbia contestato il ruolo dell'Ucraina nella vittoria sul nazifascismo.

Da Mosca hanno ripetutamente dichiarato che è stata una vittoria comune.

In particolare Vladimir Putin ha sottolineato che è necessario ricordare l'eroismo dei soldati di tutte le nazionalità e il presidente della Duma Sergey Naryshkin ha affermato che gli ufficiali e soldati dell'esercito sovietico rappresentavano una sola patria e "sul fronte non si distinguevano russi, armeni, ucraini, kazaki, tartari e georgiani".

Non è la prima volta che i funzionari ucraini rilasciano dichiarazioni simili sulla Seconda Guerra Mondiale.

Così, nel gennaio dello scorso anno, Arseniy Yatsenyuk, che allora ricopriva la carica di primo ministro, nel corso di una visita in Germania in un'intervista con il canale ARD aveva parlato della "invasione sovietica contro l'Ucraina e la Germania."

Correlati:

Ucraina vieta ingresso a giornalista polacco per domanda scomoda su neonazismo
Neonazismo in Ucraina è una realtà
Lavrov: russofobia serve a Kiev per mascherare incapacità di realizzare accordi di Minsk
Putin: serve riflettere su conseguenze di neofascismo e russofobia
L’Ucraina vuole vietare i libri russi
Tags:
Storia, Russofobia, URSS, Nazismo, Seconda Guerra Mondiale, Giorno della Vittoria, Sergey Naryshkin, Vladimir Putin, Arseniy Yatsenyuk, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik