Widgets Magazine
00:36 18 Luglio 2019
Espansione della NATO in Europa dopo crollo Urss

Polonia sicura, a breve fine negoziati su rafforzamento NATO nel fianco orientale

Politica
URL abbreviato
58333

I negoziati sul rafforzamento della sicurezza dell'Alleanza Atlantica in Europa orientale saranno completati nei prossimi giorni, ha segnalato il canale polacco TVN24 riferendosi alle dichiarazioni del ministro della Difesa del Paese Antoni Macierewicz.

"A febbraio la NATO ha deciso politicamente di espandere la presenza permanente delle forze dell'Alleanza sul fianco orientale, ora sono stati preparati i dettagli tecnici", — il canale riporta le parole di Macierewicz.

"Siamo certi che il vertice della NATO di Varsavia del prossimo luglio porterà i cambiamenti a lungo attesi legati al rafforzamento del fianco orientale dell'Alleanza", — ha aggiunto.

"Il ministro della Difesa ha detto che nei prossimi giorni si concluderanno i negoziati sul rafforzamento della sicurezza della NATO nei paesi dell'Europa orientale", — ha riferito il canale televisivo.

E' stato inoltre segnalato che il ministro crede nell'effettiva conclusione dei negoziati, "nonostante le provocazioni che affrontiamo della Federazione Russa, forse proprio per porre fine a queste provocazioni".

"Affinchè la Polonia e tutta l'Europa non siano più in pericolo, affinchè le azioni che hanno rotto l'ordine pacifico in Europa e provocato l'occupazione di parte dell'Ucraina non trovino più posto. Ci aspettiamo decisioni di svolta da prendere in occasione del vertice della NATO", — ha sottolineato Macierewicz.

L'assistente del segretario di Stato USA Antony Blinken precedentemente aveva definito un dovere della NATO "lottare contro le minacce sui fianchi orientali e meridionali" e "aumentare la presenza sul confine orientale dell'Alleanza."

In precedenza era stato riferito che il nuovo comandante delle forze armate della NATO in Europa, il generale americano Curtis Scaparrotti, aveva esortato i membri dell'Alleanza ad essere costantemente pronti a contrastare le minacce provenienti dalla Russia e dai terroristi.

A sua volta il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia non rappresenta una minaccia per nessuno, tuttavia non trascura le azioni potenzialmente pericolose per i suoi interessi.

Correlati:

La NATO dovrebbe seguire la strategia di Reagan contro la Russia
Alla Nato non basta più l’Occidente
Comandante NATO in Europa "insoddisfatto" dello spionaggio militare contro la Russia
“La Russia non vuole parlare con la NATO con le armi puntate”
La Russia reagirà alla maggiore presenza della NATO in Europa
“La NATO si occupa dell'inesistente minaccia russa”
Tags:
Politica Internazionale, Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Cremlino, NATO, Dmitry Peskov, Tony Blinken, Curtis Scaparrotti, Antoni Macierewicz, Europa orientale, Russia, USA, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik