00:02 27 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
8116
Seguici su

Israele è ufficialmente accreditato presso la NATO, con una missione permanente come un partner. Un modo per aggirare la clausola di mutua difesa che obbliga tutti gli alleati ad intervenire in caso di necessità.

L'Alleanza Atlantica riconoscerà un rappresentante ufficiale di Israele e garantirà una sede permanente al governo israeliano all'interno del quartier generale della Nato a Bruxelles. L'iniziativa avviene su invito della stessa Alleanza, che avrebbe fatto pressioni sulla Turchia perché lasciasse cadere l'unico veto esistente in seno al Patto Atlantico sul rafforzamento dei rapporti con Israele previsto dalla nuova politica di partnership della Nato stesso e introdotta nel 2014.

Lo rende noto il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, che comunica in una nota ufficiale che

"questo annuncio arriva in seguito ai diffusi sforzi diplomatici di Israele, che ringrazia sentitamente tutti i suoi alleati in seno all'Alleanza, per il sostegno e l'impegno".

Da Bruxelles giunge la conferma ufficiale:

"L'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord ha accettato la richiesta per la presenza stabile di un funzionario israeliano presso la sede della NATO". L'Alleanza precisa che "Israele non è un membro a pieno titolo, ma è ufficialmente accreditato presso la NATO, con una missione permanente come un partner".

Correlati:

Russia-Israele, premier Netanyahu oggi in visita a Mosca: incontrerà il presidente Putin
Israele annuncia nuovi insediamenti in Cisgiordania
Egitto cede due isole nel Mar Rosso ai sauditi facendo un favore a Israele
Tags:
NATO, Benjamin Netanyahu, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook