14:11 26 Maggio 2019
Incontro tra leader di Cina, Giappone e Corea del Sud (foto d'archivio)

“Cina, Giappone e Corea del Sud in competizione per l'Artico”

© REUTERS / Lee Jung-hoon
Politica
URL abbreviato
0 24

Cina, Giappone e Corea del Sud vogliono accordarsi su una collaborazione paritaria nella regione artica. I negoziati promettono di essere interessanti, perché ogni Paese difenderà i propri interessi, ha riferito a Radio Sputnik l'esperto di Cina Bronislav Vinogrodsky.

Cina, Giappone e Corea del Sud vogliono concordare una cooperazione paritaria nella regione artica. Il 28 aprile a Seul si svolgerà il primo ciclo di negoziati sulla cooperazione trilaterale. Questo evento non è stato disturbato dalle dispute territoriali e dalle conseguenti gravi tensioni politiche.

I rappresentanti dei tre Paesi si scambieranno informazioni sulle politiche e sulle attività di ogni Stato nella regione artica e sulla direzione del dialogo ed il suo possibile allargamento.

La proposta per la cooperazione nella regione artica era stata avanzata dalla Corea del Sud al vertice trilaterale dello scorso novembre ed era stata sostenuta da tutte le parti.

Pechino, Tokyo e Seul hanno ricevuto lo status di osservatore nel Consiglio Artico nel maggio 2013. Questo organo, con la partecipazione di Russia, Stati Uniti, Canada e Paesi scandinavi, si occupa dello sviluppo e dell'ambiente nella regione artica.

I prossimi colloqui promettono di essere molto interessanti, ha riferito a Radio Sputnik il sinologo Bronislav Vinogrodsky.

"Se vuoi essere forte, è impossibile non mettersi in gioco sulla scena internazionale. Sono 3 giganti con pretese a vicenda, di lunga memoria storica. Ma con la correttezza asiatica giocheranno la loro partita con tutto l'arsenale dei mezzi che hanno. Sarà molto interessante,"- ha detto Bronislav Vinogrodsky.

Secondo lui, l'emergere degli interessi della Cina, prima in Africa ed ora nell'Artico, mostra le sue aspirazioni per una posizione globale.

"E' l'accesso della Cina alla posizione globale. E' quasi la prima economia del mondo. Pertanto tutti i suoi interessi sono globali e non vi è alcuna contraddizione con la sua ideologia ed il suo orientamento. Una cosa era la Grande Muraglia cinese, un'altra è la creazione del cyberspazio nell'epoca della globalizzazione. La Cina si sta sviluppando con i tempi. Comincia attivamente a giocare nei giochi globali. L'Artico è un grande teatro, un "tavolo da gioco" dove ognuno fa il proprio gioco," — ha osservato Bronislav Vinogrodsky.

Correlati:

La Cina punta all'Artico attraverso la partnership strategica con la Russia
Russia, “la situazione politica non ostacola il progetto di sviluppo nell'Artico”
Tags:
Cooperazione, Politica Internazionale, Geopolitica, Artico, Corea del Sud, Giappone, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik