03:56 13 Dicembre 2018
Spanish King Felipe waits for the start of a meeting at Zarzuela palace in Madrid, Spain, January 29, 2016.

Spagna, il re Felipe: nuove elezioni il prossimo 26 giugno

© REUTERS / Ballesteros
Politica
URL abbreviato
310

Il sovrano spagnolo sancisce formalmente il fallimento delle consultazioni per la formazione di un governo a 4 mesi dalle ultime elezioni.

Clima di grande incertezza in Spagna, dove ieri re Felipe VI ha formalizzato l'impossibilità di formare una coalizione di governo dopo mesi di consultazioni e voti di fiducia della Camera bassa di Madrid. Con un comunicato diffuso nel pomeriggio il re di Spagna ha così chiuso un'esperienza durata quattro mesi, con il mandato affidato in prima battuta al primo ministro uscente, il popolare Mariano Rajoy, e successivamente al socialista Pedro Sanchez. Entrambi i tentativi di formare un governo non sono però andati a buon fine e così al re non è rimasto che indire nuove elezioni.

"Non esiste un candidato che abbia il sostegno necessario per avere la fiducia in Parlamento".

Così nella nota diffusa dalla casa reale, che ha già fissato per il prossimo 26 giugno le prossime elezioni in Spagna. Il rischio ora è il ripetersi della situazione di stallo politico, con i tre partiti usciti "vincitori" alle ultime elezioni (Popolari, Socialisti e Podemos) che in questi mesi hanno sempre rifiutato qualsiasi accordo di coalizione per governare e che potrebbero trovarsi fra due mesi nella medesima condizione. 

Correlati:

La Spagna verso nuove elezioni
In Spagna petizione al Parlamento contro l'accordo UE-Turchia
Spagna, fumata nera per il governo Sanchez
Tags:
Elezioni, elezioni parlamentari, Parlamento, Mariano Rajoy, Pedro Sanchez, Felipe VI, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik