16:36 26 Settembre 2018
Ministero degli Esteri della Federazione Russa

Mosca dice no a diktat per il ritorno della Russia nel G8

East News
Politica
URL abbreviato
20543

A Mosca considerano fuori luogo le condizioni per il ritorno della Russia nel G8, ha dichiarato la rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Ha ricordato che ci sono state alcune dichiarazioni relative ai "criteri" per il ritorno della Russia nel G8, per esempio la "piena attuazione" degli accordi di Minsk, così come alcune condizioni in relazione agli sviluppi degli eventi in Siria e Libia.

"L'assurdità di questa tesi è ovvia. Le attività del G8 sono state interrotte su richiesta dei nostri partner occidentali, che hanno intrapreso la via alla ricerca di mezzi unilaterali per far pressione sulla Russia in relazione alla profonda crisi da loro provocata in Ucraina", — si afferma nella risposta della Zakharova ad una domanda dei media, il cui testo è stato pubblicato sul sito del ministero degli Esteri russo

La portavoce del dicastero della diplomazia russa ha sottolineato che il risultato di questa decisione è stata una significativa riduzione del peso del G7 occidentale in ambito internazionale.

Contemporaneamente la Zakharova ha detto che la Russia non rinuncia ai contatti, al dialogo e al lavoro comune anche con i Paesi della UE, USA e Giappone.

Correlati:

“Non ci sarà un ritorno a normali relazioni tra la Russia e la UE”
Entro 1 anno il G7 può discutere il ritorno della Russia nel G8
Alla Russia non serve il G8
“Mosca non implora ritorno nel G8, interesse per altri formati come G20 e BRICS”
Germania, ministro Esteri Steinmeier: Russia deve tornare al più presto nel G8
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, negoziati intrasiriani, G8, Il Ministero degli Esteri della Russia, Maria Zakharova, Libia, Siria, Donbass, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik